E’ operativo dalle 8,15 il primo dei due Canadair che sono stati inviati per fronteggiare gli incendi scoppiati sul versante lucchese del Monte Serra, mentre il secondo dei due velivoli nazionali è atteso a momenti. Già in azione anche due elicotteri della flotta regionale.

Sono venti le squadre di operai forestali e volontari dell’organizzazione regionale antincendi boschivi impegnate attualmente sui due fronti di fuoco e un’altra decina di squadre è in arrivo nella zona inviata dalla Sala operativa regionale. Circa 10 gli ettari percorsi dal fuoco.

Il vento non sta aiutando le operazioni di spegnimento.

Un monte martoriato dal fuoco, negli ultimi giorni. La scorsa settimana, nel territorio di Pisa, un devastante incendio ha bruciato 1.300 ettari di area boscata e costretto all’evacuazione temporanea di 700 persone tra Calci e Vicopisano. La notte scorsa, spiega la Regione Toscana, nuovi roghi boschivi si sono sviluppati in località Contra, nel comune di Camaiore – la stima è di un ettaro andato in fumo -, e a Pieve di Compito, nel territorio di di Capannori dove sono bruciati 4-5 ettari: “Qui – spiega sempre la Regione – le maggiori preoccupazioni riguarda le fiamme ‘in chioma’ che risalgono la collina minacciando alcune abitazioni”.

Di supporto ai pompieri di Lucca anche i colleghi di Pisa.

(Visitato 956 volte, 1 visite oggi)
TAG:
canadair incendio Lucca monte serra

ultimo aggiornamento: 01-10-2018


Ancora fuoco sul Monte Serra, questa volta sul lato lucchese: in cenere 4 ettari di bosco

Rogo sul Monte Serra, il sindaco Luca Menesini fa il punto della situazione con il Direttore Operativo delle azioni antincendio