Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore hanno arrestato due pusher marocchini, Jarmouni Zitouni, classe ‘92 e Heradi Omar, classe ‘82, entrambi già noti alle forze di polizia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Lucca.
I due stranieri, infatti, a conclusione di un’attività antidroga condotta dai Carabinieri, sono stati individuati quali responsabili, in concorso tra loro, di una fiorente attività di spaccio nella zona di Lido di Camaiore.
Dall’attività d’indagine è stato accertato che i due pusher, tra dicembre 2017 e luglio 2018, con una attività continuativa e quotidiana, illecitamente hanno detenuto e ceduto sostanza stupefacente a numerose persone (accertate oltre una decina) con un giro d’affari quantificato nel periodo dell’indagine  in oltre una decina di migliaia di euro.
I due extracomunitari, nullafacenti, senza fissa dimora ed irregolarmente presenti sul territorio nazionale, entrambi con la recidiva infraquinquennale, smerciavano la sostanza stupefacente solitamente nei pressi della stazione ferroviaria oppure in zone e strade contigue, possibilmente coperte da folta vegetazione in modo tale da essere più riparati, e vivevano in un edificio abbandonato poco distante.
Dunque, alla luce dei gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri nel corso delle indagini, il GIP del Tribunale di Lucca ha emesso apposita ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei due pusher che quindi sono stati ristretti presso la Casa Circondariale di Lucca.
(Visitato 952 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresti carabinieri droga lido di camaiore

ultimo aggiornamento: 01-10-2018


Nuovo incendio sui monti a Camaiore

Donne scomparse, l’avvocato Giunio Massa assolto anche in Cassazione