Foto di Letizia Tassinari

“Lo scippo dei gioielli avvenuto in Passeggiata a Viareggio non solo e’ grave per l’entità dei valori e per il luogo pubblico cosi’ centrale – il nostro salotto buono – ma si inserisce in un quadro in cui la città e’ oggetto di un’ondata di furti e scippi, al mercato, piuttosto che sul Lungomare – piuttosto che a Torre del Lago- che preoccupa non poco, malgrado l’impegno assiduo delle nostre Forze dell’Ordine”.

Il commento, all’indomani della rapina al rappresentante di gioielli avvenuta ieri, arriva dai consiglieri Maria Domenica Pacchini e Massimiliano Baldini:

“Si pensi, ad esempio, come accaduto pochi giorni fa, che si e’ addirittura giunti al sequestro del cane, in pieno giorno, con richiesta, seduta stante, di riscatto al padrone dell’animale.
E resto basta recarsi in Piazza D’Azeglio – per non parlare dell’accesso principale alla Passeggiata – per vedere lo spaccio regolare ma anche l’assembramento di balordi, spesso ubriachi, intenti agli espedienti più malintenzionati verso i turisti ed i cittadini per sbarcare la giornata.
La tipologia dello scippo dei gioielli ai danni del rappresentante potrebbe far pensare anche ad un furto su commissione pero’ il Comune di Viareggio rimane responsabile di una politica di accoglienza indiscriminata che mina la sicurezza in città, ogni giorno di piu’.
Come e’ noto, il nostro Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha previsto un notevole rafforzamento di Polizia e Carabinieri in Provincia di Lucca e quindi ci auguriamo che Viareggio sia particolarmente valorizzata con l’invio di numerose unita’
Pero’, malgrado l’impegno del Governo, e’ altrettanto dimostrato che l’Amministrazione Del Ghingaro, sul piano della sicurezza, ha fallito completamente”.

(Visitato 680 volte, 1 visite oggi)