Ha sparato un colpo con la pistola a salve, modificate per consentire l’espulsione di pallini di piombo, e ha colpito al petto un avventore del bar, a seguito a un diverbio nato per un contatto fisico, forse involontario, con un rivale durante una partita di calcio balilla in un locale di Capannori (Lucca), poi ha cercato di fuggire, prendendo l’auto e travolgendo la persona con cui aveva avuto la lite, trascinandola per alcuni metri. L’uomo, un 38enne gia’ noto alle forze dell’ordine, e’ stato rintracciato nella notte dai carabinieri all’interno della sua abitazione che lo hanno arrestato. Per lui le accuse sono minaccia grave, lesioni e porto di arma clandestina in luogo pubblico. Nascosta nella camera da letto del 38enne i militari hanno trovato anche la pistola usata per l’aggressione, insieme a 24 cartucce, tutte modificate. L’uomo travolto, un 25enne, e’ stato portato all’ospedale di Lucca con contusioni e traumi su tutto il corpo, per lui una prognosi di 30 giorni.

(Visitato 958 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresto calcio balilla capannori carabinieri Lucca sparo

ultimo aggiornamento: 18-11-2018


Tragedia a Lucca, muore il pittore Riccardo Benvenuti

Si ribalta e finisce fuori strada per evitare due cinghiali