In una sala gremita, sabato 17 novembre a Massarosa, è stato presentato dai comuni di Massarosa e Camaiore, il progetto Fiore di Loto-sport e disabilità.

Un progetto che ha saputo raccogliere, grazie alla forza del messaggio che propone, sotto lo stesso tetto enti, associazioni, istituti scolastici, federazioni sportive, università e Asl – sottolineano i sindaci Franco Mungai e Alessandro Del Dotto- per mettere a sistema un nuovo modello che trasformi lo “sport per disabili” nello “sport di tutti e per tutti”, colmando così quei vuoti che ancora ci sono rispetto a progettazione, ricerca di finanziamenti, formazione e comunicazione”.

Tanti gli atleti presenti che hanno conferito, con le loro preziose testimonianze, un valore tangibile al progetto, a partire da Sara Morganti,campionessa mondiale paradressage, Pier Alberto Buccoliero,campione mondiale paracanoa, Marco Rossato, primo velista paralimpico a circumnavigare l’Italia in solitaria, Lorenzo Bini, nazionale paralimpico di surf, fino a Giorgio Minisini e Arianna Sacripante campioni di nuoto sincro paralimpico.

Un progetto fortemente voluto e coordinato dal consigliere delegato allo sport di Massarosa Raffaello Giannini e dall’ assessora allo sport di Camaiore Sara Pescaglini- concludono Mungai e Del Dotto- che ci auguriamo contribuisca a creare una rete in grado di fornire una offerta sportiva ampia e strutturata per permettere ai diversamente abili e/o alle loro famiglie di poter scegliere in modo consapevole la disciplina sportiva più idonea alle loro esigenze.”

Nei prossimi giorni convocheremo tutti i soggetti sostenitori del progetto per concordare e mettere a sistema il progetto”- concludono Raffaello Giannini e Sara Pescaglini.

(Visitato 96 volte, 1 visite oggi)