L’ULTIMA partita del 2018 è coincisa anche con la conclusione del girone di andata del girone E della serie D nel quale sono impegnate le tre formazioni locali. Il campionato riprenderà il 6 gennaio e per quella data non sono da escludere novità negli organici visto che dal 1 gennaio sarà possibile tesserare ex professionisti, senza dimenticare i dilettanti posti in lista di svinvolo. Nell’ultimo turno prima della sosta, il Viareggio ha confermato di attraversare un momento positivo andando a vincere per 3-1 sul campo dello Scandicci; pareggio casalingo amaro per il Real Forte dei Marmi Querceta contro il Cannara (1-1) mentre il Seravezza Pozzi ha dovuto fare i conti con la furia dell’ex Lorenzo Benedetti, autore della tripletta con cui la Pianese ha superato i versiliesi (3-1). Ma vediamo qual è stato – nel bene e nel male – il rendimento delle formazioni locali nel girone di andata che ha visto il Ghivizzano Borgo a Mozzano laurearsi campioni d’inverno. Senza dimenticare un altro gustoso particolare: nell’ultimo turno le prime quattro della classifica (Ghivizzano, Tuttocuoio, Ponsacco e Seravezza Pozzi) sono state sconfitte.

Seravezza Pozzi, mina vagante con Rodriguez

Avere nell’organico un giocatore come Rodruguez equivle ad avere in banca un bel gruzzolo. Nel caso dell’attaccante a disposizione del tecnico Valter Vangioni, una bella dote di gol. Se ci aggiungiamo la verve del sempreverde Grassi e la crescita di tanti giovani, non c’è da sorprendersi che la formazione versiliese sia a ridosso della zona playoff intenzionata più che mai a dimostrare di avere le carte in regola per continuare il campionato con il piglio giusto per togliersi tante bella soddisfazioni.

Viareggio, finale in crescendo

La prima parte della stagione è stata avara di risultati: alla settimana giornata i bianconeri di Luigi Pagliuca erano sui fondali della classifica con solo tre punti, frutto di altrettanti pareggi e di quattro sconfitte. Ma come d’incanto – è stata però una crescita continua – la squadra si è ritrovata e nonostante abbia ceduto alcuni giocatori di esperienza (Galassi e Ferretti) ha cominciato a fare punti, mettendo in luce diversi giovani con prospettive interessanti. Intanto la società ha cambiato ‘padrone’: chiusa l’era Baroni, si è aperta quella di Tommaso Volpi & C.

Real Forte Querceta, ‘malato vero o immaginario’?

Ha quasi dell’incredibile – ma nel calcio tutto è possibile – la classifica del Real Forte dei Marmi Querceta alla fine del girone di andata. Nessuno pensava che la formazione bianconerazzurra si trovasse a lottare nelle ultime posizioni della classifica. Peccato. Neppure il cambio di allenatore (via Bresciani, avanti con Brachi) è servito adare la scossa, con una reale inversione di rotta: il mercato autunnale – la squadra è stata rimodellata di sana pianta – induce all’ottimismo. E’ chiaro però che d’ora in poi il Real Forte dei Marmi Querceta dovrà pensare solo ed esclusivamente alla salvezza.

(Visitato 110 volte, 1 visite oggi)