Avevo promesso le barricate, abbiamo eretto un muro. E’ un vittoria delle opposizioni unite contro la legge salva-clandestini di Rossi. La mia iniziativa di scrivere a Giani, per bloccare l’inesistente procedura d’urgenza avanzata da Giunta e Pd, ha trovato forti consensi tra gli altri partiti di opposizione c abbiamo lavorato e agito da squadra. La proposta di legge quindi è stata soltanto illustrata e non votata in Commisione Sanità e perciò non verrà presentata al prossimo Consiglio del 15 gennaio. Per ora l’abbiamo bloccata!” commenta il Consigliere e Capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Paolo Marcheschi.

Si tratta di una legge-manifesto, che non pensa ai toscani ma si preoccupa solo di contrastare il decreto sicurezza di Salvini. Nel metodo ci siamo già opposti, alla pdl mancava persino la scheda di legittimità, nel merito lo faremo quando, speriamo più tardi possibile, tale legge approderà nell’aula del Consiglio. Per Rossi la priorità sono gli immigrati, il Governatore ci mette molto meno a farsi approvare una legge che un paziente a fare una Tac. Per noi di Fratelli d’Italia è la Toscana sì dell’accoglienza ma di coloro che hanno diritto all’accoglienza, chi viene nella nostra regione per lavoro e contribuire come fanno i toscani” aggiunge Marcheschi.

(Visitato 367 volte, 1 visite oggi)