Foto di Letizia Tassinari

Scippatori seriali in manette. Ad arrestarli sono stati i Carabinieri. Si tratta di Lugi Bogazzi e Claudia Corradi, di 28 e 34 anni, entrambi di Carrara e noti alle forze dell’ordine sia per reati contro il patrimonio che per consumo di droga. A giugno dello scorso anno, dopo ben 14 scippi commessi in tutta la Versilia, erano stati beccati in flagrante dopo aver cercato di rubare una borsa ad una turista.  A bordo di scooter rubati scorrazzavano sulla costa per derubare le vittime, soprattutto donne in bici. Tra le scippate anche un giudice del Piemonte, che si trovava in vacanza sulla costa. Ed è proprio grazie alla Procura di Torino, che richiesto un’ordinanza cautelere, che ora i due si trovano agli arresti domiciliari: Bogazzi a Carrara e Corradi a San Patrignano.

Furto aggravato continuato ed in concorso con la recidiva specifica infraquinquennale sono le accuse rivolte a due soggetti italiani, un uomo ed una donna, arrestati a conclusione di una complessa e articolata attività investigativa condotta dai Carabinieri della Sezione Operativa di Viareggio a seguito di numerosi scippi avvenute nel mese di giugno 2018 in diversi comuni della Versilia. Nei confronti degli scippatori, infatti, la Procura della Repubblica di Torino concordando con le risultanze investigative dei Carabinieri, supportate da molteplici elementi indiziari, ha richiesto ed ottenuto un’ordinanza di applicazione di misura cautelare  firmata dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torino che ha condiviso pienamente, accogliendole, le inconfutabili prove di colpevolezza raccolti dai militari dell’Arma, a conclusione di una articolata attività d’indagine, e sostenute dal Pubblico Ministero della Repubblica che ha coordinato le varie fasi della complessa indagine condotta tempestivamente e senza soluzione di continuità dai Carabinieri di Viareggio.
I due, tra il 2 e il 19 giugno 2018, avevano seminato il panico in Versilia, compiendo numerosi scippi a bordo di ciclomotori rubati. Quattordici gli episodi accertati dai Carabinieri nel corso delle indagini, avvenuti tra il 2 ed il 19 giugno 2018 nelle località di Forte dei Marmi, Pietrasanta, Viareggio, Montignoso e Marina di Massa.
Sempre lo stesso il modus operandi: i due, infatti, dopo aver asportato i ciclomotori, sempre modello “Vespa”, in alcuni casi di colore rosso ed in altri nera, si recavano nelle varie località della Versilia, nel periodo estivo piene di turisti e di persone a passeggio e, dopo aver prescelto la vittima, preferibilmente quelle che andavano in bicicletta con la borsa nel cestino, si avvicinavano a questa a bordo dello scooter rubato ed afferravano la borsa dandosi poi alla fuga. I due scippatori seriali, il 19 giugno 2018, erano anche già stati arrestati in flagranza dai Carabinieri in occasione di uno scippo compiuto a Forte dei Marmi.
Gli elementi raccolti ed i successivi riconoscimenti da parte delle vittime e dei testimoni, hanno permesso ai Carabinieri di fornire all’Autorità Giudiziaria, che ha coordinato i vari momenti evolutivi dell’attività investigativa, i gravi indizi di colpevolezza acquisiti, tanto da consentire la richiesta di un provvedimento di custodia cautelare che ha permesso la cattura dei due malviventi che, in ottemperanza al provvedimento, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso i rispettivi domicili.

 

(Visitato 615 volte, 1 visite oggi)