Pioppogatto: “Modifiche importanti al processo e alle potenzialità. Perché non si vuol fare la V.I.A.?”

La nota arriva dal senatore grillino Gianluca Ferrara:

“Dopo il sopralluogo all’impianto TMB da me effettuato il 2 settembre 2018 ritorno ancora sulla questione Pioppogatto in seguito alla decisione della regione Toscana (con proprio decreto n° 20668 del 27/12/2018) escludente la necessità della procedura di V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale) per le modifiche all’impianto, con aumento delle potenzialità e sostanziale cambio di processo.

Resto sorpreso di fronte all’inversione di rotta da parte della regione, oltre che per gli importanti aspetti di modifica e di criticità delle attività dell’impianto ma anche e soprattutto per il forte disagio subito dalla cittadinanza di Viareggio e comuni limitrofi per i miasmi di varia natura che ammorbano l’aria e oggetto di molteplici esposti negli anni da parte della cittadinanza.

Un impianto oramai obsoleto nel trattamento dei rifiuti che è già stato attenzionato da Arpat come probabile responsabile delle maleodoranze, non può essere oggetto di ampliamenti e trasformazioni con aggravio delle emissioni odorigene (stima Arpat incremento del 150%) senza le dovute procedure cautelative previste dalla legge.

Per questo quale portavoce al Senato residente a Viareggio, chiedo alla regione Toscana, come già fatto dai consiglieri regionali del M5s, di ritornare sui propri passi e di tutelare in primis la salute e il benessere dei cittadini, solo un parere tecnico quale la V.I.A. è il primo passo verso quella direzione. Giochi politici atti a favorire solo gli interessi di pochi a discapito di intere comunità, non possono essere ulteriormente tollerati e come Senatore della Repubblica Italiana me ne faccio garante”.

 

 

(Visitato 203 volte, 1 visite oggi)