Ieri mattina intorno alle ore 11:00, una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lucca, nell’ambito delle attività di prevenzione dei reati contro il patrimonio, transitando in Via Lombarda notava uno scooter con a bordo un individuo che alla vista dei militari accellerava vistosamente la sua andatura.
Insospettiti, i militari decidevano di inseguire lo scooter il cui conducente intanto aveva cercato invano di nascondersi posizionandosi tra le auto in sosta all’interno del parcheggio di una officina meccanica. Raggiunto l’uomo, i Carabinieri si accorgevano immediatamente che il ciclomotore presentava evidenti segni di forzatura al blocco accensione pertanto procedevano ad approfonditi accertamenti che consentivano di verificare che il mezzo era stato appena rubato dal malvivente in Via del Fanuccio, distante solo qualche centinaio di metri. La proprietaria del mezzo, una donna residente a Saltocchio e che lo aveva regolarmente parcheggiato la sera precedente, veniva quindi invitata in caserma per formalizzare  la denuncia di furto dello scooter e per procedere alla restituzione dello stesso.
L’uomo, 51enne, nato a Lucca ma di fatto senza fissa dimora, con diversi precedenti penali, veniva dichiarato in stato di arresto. Lo stesso, inoltre, a seguito di perquisizione personale operata dai militari veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico, verosimilmente utilizzato anche per forzare il blocco accensione dello scooter.
Come disposto dal magistrato di turno della Procura di Lucca, l’uomo veniva trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Cortile degli Svizzeri in attesa di essere giudicato con il rito “direttissimo” previsto per la giornata di oggi.
(Visitato 321 volte, 1 visite oggi)