La Giunta Del Ghingaro ha approvato le modifiche al regolamento sull’imposta di soggiorno: l’atto dovrà adesso essere portato all’approvazione del Consiglio comunale.

A seguito dell’approvazione del regolamento verranno definite le nuove tariffe con un’ulteriore delibera di giunta: le principali novità sono l’adesione alla Convenzione Anci che conferisce la possibilità di applicare l’imposta di soggiorno anche alle strutture ricettive extra alberghiere e la ridefinizione del numero massimo di pernottamenti per i quali è applicabile l’imposta che passano da 7 a 10.

«L’Amministrazione – dichiara l’assessore al Turismo Patrizia Lombardi – ha ritenuto opportuno procedere a modificare il regolamento per aderire alla convenzione che Anci Toscana ha stipulato con il portare AirBnB che gestisce gli annunci delle locazioni extra struttura, che fino ad oggi rientravano in una zona d’ombra difficilmente individuabile. Siamo il primo il Comune della costa Toscana ad aderire, e siamo anche il primo che adotta la stagionalità della tariffa».

«Un provvedimento a lungo atteso – conclude -. Non ci sarà più quella concorrenza sleale spesso denunciata dalle associazioni di categoria».

Tariffe:
Hotel 5 stelle: 3,50 in bassa stagione, 5 euro per l’alta stagione.
Hotel 4 stelle e residence turistico, 2,50 bassa stagione, 3,50 alta.
Hotel 3 stelle 1,50 in bassa, 2,50 in alta.
Hotel 2 stelle 1,30 e 1,80.
Una stella 1 euro e 1,50.
Campeggi-camping, village-marina resort: 0,80 e 1 euro.

Extra struttura (case appartamenti per vacanze, B&b e affittacamere, case per ferie, locazioni turistiche e agriturismo): sempre 1,50 euro.

(Visitato 133 volte, 1 visite oggi)
TAG:
imposta di soggiorno viareggio

ultimo aggiornamento: 29-01-2019


Baldini capogruppo senza titolo, il Sindaco di Viareggio scrive al Prefetto

Piano finanziario Sea: cala in bolletta il costo per la raccolta dei rifiuti