Carnevale e Luna Park, lavoratori delle giostre ancora senza risposta - Cgil, La voce degli Enti, Sindacati Versiliatoday.it

Carnevale e Luna Park, lavoratori delle giostre ancora senza risposta

La vicenda legata ad una adeguata e compatibile sistemazione del Luna Park in occasione del prossimo Carnevale di Viareggio ha oramai assunto caratteri preoccupanti che stanno determinando una situazione veramente delicata ed a tratti drammatica vista la mancanza di risposte serie e costruttive.

La CGIL non può che sottolineare, in tale contesto, che la responsabilità di tale incomprensibile deriva è tutta a carico dell’Amministrazione Comunale della città.

Essa, pur interpellata dai lavoratori in questione non ha mai, per tutto questo periodo, trovato il modo e la forma per indicare una qualche soluzione compatibile con le legittime esigenze ed i giusti desideri che gli operatori del Luna Park hanno più volte espresso: cioè un luogo ovviamente non distante, anzi possibilmente adiacente, ai viali a mare dove si svolgono i corsi mascherati.

Per tutta risposta non sono stati nemmeno ufficialmente ricevuti dal sindaco o dall’assessore interessato; le loro richieste sono state di fatto ignorate e le soluzioni prospettate, con modalità assai bizzarre e al di fuori di un doveroso iter amministrativo, sono risultate inaccettabili anche in considerazione dell’indubbio valore aggiuntivo che tale offerta comporta all’intero programma del Carnevale 2019.

La CGIL nella consapevolezza che questa vertenza riguarda lavoratori e professionisti seri e appassionati, le loro famiglie e la giusta aspirazione a svolgere al meglio il proprio lavoro, che purtroppo tale comportamento della giunta di Viareggio ha portato la questione a ridosso dell’apertura della manifestazione, che i diritti e le esigenze di tutti i lavoratori debbano essere al centro di ogni attività politica e amministrativa degna di questo nome, invitano il Sindaco e tutta la giunta comunale ad assicurare quanto prima a questi lavoratori la giusta attenzione, a superare questo evidente e inaccettabile atteggiamento di indifferenza e superbia, a trovare quindi la soluzione più consona alle richieste ed alle aspettative più volte indicate dagli operatori in questione e dai loro rappresentanti.

(Visitato 277 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 30-01-2019 12:44