Operazione antidroga dei Carabinieri a Massarosa, arrestato marocchino per spaccio.
Reato continuato e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente sono le accuse per un soggetto marocchino indagato nell’ambito di una prolungata attività investigativa condotta dai Carabinieri della stazione di Massarosa.
Si tratta di Marouf Mustapha, classe ‘83, marocchino, già noto alle forze di polizia.
Nei confronti dell’uomo, infatti è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lucca su richiesta del pubblico ministero, dott. Antonio Mariotti, che ha pienamente condiviso gli indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri nel corso dell’attività d’indagine.
Lo straniero è ritenuto responsabile di aver detenuto e spacciato ripetutamente, con attività continua e quotidiana, numerosi quantitativi di sostanza stupefacente del tipo cocaina ad almeno una trentina di acquirenti nel periodo tra febbraio e novembre 2018, a Massarosa.
Nel corso dell’attività, lo straniero è stato sottoposto a perquisizione domiciliare è trovato in possesso di oltre 8.000€ in contanti, sequestrati dai Carabinieri poiché verosimilmente provento dell’attività di spaccio.
L’attività d’indagine era stata avviata nel febbraio 2018 a seguito dell’arresto in flagranza di un soggetto di Massarosa che minacciava di morte e usava violenza contro la propria madre per farsi consegnare 30 euro per l’acquisto dello stupefacente.
Il marocchino adesso si trova presso la casa Circondariale di Lucca.
(Visitato 1.545 volte, 3 visite oggi)