Turismo in crescita nella provincia di Lucca - La voce degli Enti Versiliatoday.it

Turismo in crescita nella provincia di Lucca

Turismo in crescita nella provincia di Lucca dove per quanto riguarda il numero delle persone si evidenzia un aumento dall’anno 2017 all’anno 2018 dello 0,96% passando da 1.033.319 a 1.043.227 sia nelle strutture alberghiere che in quelle extra-alberghiere. Analizzando i dati si evidenzia che l’aumento è dovuto principalmente ai viaggiatori stranieri +2,44% (strutture alberghiere e extra-alberghiere) mentre si registra un leggero calo degli arrivi degli italiani – 0,24% soprattutto nelle strutture alberghiere dato connesso con il principale problema dell’economia nazionale Italiana: la mancata ripresa dei consumi interni.

Tutti i dati 2018 sono stati presentati questa mattina (1 marzo) a Palazzo Orsetti nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’assessore al turismo Stefano Ragghianti del vicesindaco e assessore alle finanze Giovanni Lemucchi, la funzionaria dell’Unità operativa Sport e Turismo Laura Goracci, il responsabile del contrasto all’evasione e elusione fiscale dell’Unità operativa Tributi del comune Riccardo Del Dotto.

Anche per quanto riguarda le presenze, intese come totale dei giorni di permanenza negli esercizi ricettivi, nella provincia di Lucca si evidenzia un aumento dal 2017 al 2018 dello 0,32% passando da 3.593.119 a 3.604.770 (l’aumento si registra sia nelle strutture alberghiere che in quelle extra-alberghiere); in questo caso aumenta la lunghezza dei soggiorni dei clienti italiani dello 0,88% mentre c’è un leggero calo della durata della presenza degli stranieri -0,28% soprattutto nelle strutture extra-alberghiere. A una prima lettura nel 2018 sembrerebbe quindi che i clienti italiani preferiscono rimanere di più nelle strutture extra-alberghiere mentre i clienti stranieri prediligono rimanere nelle strutture alberghiere.

Ma la vera sorpresa riguarda l’analisi della situazione a livello comunale, dal 2017 al 2018 dove si registra un significativo aumento degli arrivi da 241.558 a 249.175 pari al 3,15%. L’incremento degli arrivi è dovuto principalmente ai clienti stranieri che passano da 135.979 del 2017 a 144.267 del 2018 +6,10%. Per i clienti italiani abbiamo un leggero calo pari allo 0,64% soprattutto nelle strutture alberghiere. Nonostante questo calo le strutture alberghiere del Comune di Lucca registrano un aumento degli arrivi pari al 5,50% passando da 153.277 del 2017 a 161.714 del 2018.

Le presenze (durata dei soggiorni) nel Comune di Lucca aumentano nel 2018 dell’1,79% passando da 511.203 del 2017 a 520.376 del 2018. Nello specifico le presenze dei clienti stranieri sono aumentate del 5,08% sia nelle strutture alberghiere che in quelle extra-alberghiere. Anche in questo caso si nota però una flessione non marginale degli italiani con – 3,67%. Le strutture extra-alberghiere registrano un aumento sia nei clienti italiani che in quelli stranieri.

“La provincia e la città capoluogo confermano e consolidano – ha detto l’assessore Ragghianti – le performance turistiche già buone del 2017 frutto di un territorio straordinario ed estremamente ricco di beni culturali, paesaggi, ambienti naturali e attrattive turistiche ed enograstronomiche molto significative e diversificate. Questi dati premiano anche una imprenditoria che in questi anni ha saputo trasformarsi e costruire un modello di sviluppo sostenibile che trae la sua forza dalla tradizione e dalla valorizzazione di uno stile e di una qualità della vita che ci vedono ogni giorno a stretto e abituale contatto con luoghi, beni ambientali e culturali, opere d’arte. Con il risultato estremamente positivo per Lucca, il capoluogo fa da traino per tutta la provincia. Un riconoscimento anche all’impegno dell’amministrazione comunale che investe in grandi eventi, capaci di una attrattiva ormai internazionale. Il Comune ha saputo sostenere ed estendere nell’arco di tutto l’anno un’offerta culturale estremamente variegata e specializzata attrattiva per target differenti di pubblico, allungando di fatto la normale stagione turistica e coordinandola grazie allo strumento ormai collaudato di Vivi Lucca. La lotta all’evasione prosegue con risultati significativi e da quest’anno viene affiancata da una nuova piattaforma telematica fornita dalla Regione Toscana”.

Contrasto all’evasione fiscale – Nel corso del 2018 le iniziative miranti all’emersione delle attività di ricettività turistica e di contrasto alle irregolarità hanno portato ad un significativo incremento delle strutture regolarmente registrate e dell’imposta di soggiorno raccolta. Dall’inizio 2019, nell’ambito del progetto progetto per il contrasto all’evasione fiscale “Jalapeno”, sostenuto dalla Regione Toscana, è stata avviata una specifica linea d’azione per il contrasto all’abusivismo ricettivo turistico, basato sull’analisi massiva dell’offerta turistica presente sul web. L’analisi, che utilizza strumenti di mappatura sul territorio delle strutture e delle inserzioni di incrocio di fonti informative interne ed esterne all’ente, è articolata diper individuare diverse tipologie di irregolarità, da quella amministrativa (SUAP, Imposta di soggiorno) a quella erariale, a quella catastale. L’attività è portata avanti in collaborazione tra Ufficio Tributi, Polizia Municipale e Sportello Unico per le Attività Produttive e si avvale del lavoro dei 3 “Giovani Si” operativi nell’ambito del progetto “Jalapeno”

Dopo un periodo di preparazione degli strumenti e delle basi informative, nel mese di febbraio sono state effettuate le prime segnalazioni, di cui 13 riguardanti situazioni di potenziale abusivismo, 26 relative strutture e locazioni sconosciute all’imposta di soggiorno e 5 di anomalie di tipo catastali riguardanti strutture utilizzate a fini di locazione turistica. Nelle prossime settimane è previsto l’avvio delle segnalazioni delle potenziali irregolarità di tipo erariale.

Comunicazione degli alloggi locati per finalità turistiche – Da oggi 1 marzo è attiva la procedura telematica per la comunicazione al Comune delle locazioni turistiche, prevista dall’art. 70 della legge regionale n.86/2016 (Testo unico del sistema turistico regionale). La comunicazione dovrà essere effettuata su una piattaforma online da ogni soggetto (persona fisica, persona giuridica, impresa) che concede in locazione immobili o porzioni di essi per finalità turistiche. Il link messo della piattaforma regionale è questo http://servizi.toscana.it/?tema=turismo tutte le informazioni per l’adempimento sono consultabili sulla pagina web del Comune di Lucca:

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 01-03-2019 11:31