foto Pomella
Il Comune di Camaiore ed Ersu S.p.A. hanno sottoscritto oggi, 8 marzo 2019, il contratto di servizio per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sul territorio comunale. L’accordo, come stabilito dalla delibera di giunta del 19 febbraio scorso, è in essere fino al 31 dicembre 2019 in attesa del perfezionamento delle condizioni per l’affidamento in house providing e le conseguenti modifiche alla tipologia di contratto di servizio che eleveranno ulteriormente il potere decisionale e di controllo da parte del Comune.
Dal 1° maggio 2019 il servizio sarà quindi svolto dalla società Ersu con modalità che verranno definite nelle prossime settimane e comunicate in tempi utili alla cittadinanza. Si apre adesso la fase di passaggio tra vecchio e nuovo gestore di personale e mezzi: ai sensi delle normative vigenti, sarà cura di Ersu S.p.A. convocare organizzazioni sindacali e Sea Ambiente S.p.A. già a partire dalla prossima settimana per la tutela dei livelli occupazionali.
“Prima di tutto va sottolineato che si tratta di un’operazione complessa e innovativa che segna una nuova strada per il futuro di Reti Ambiente. In secondo luogo si tratta di una scelta fondamentale che riporta al centro degli obiettivi di gestione l’interesse pubblico del Comune di Camaiore, attraverso un contratto di servizio stipulato con un soggetto che è interamente pubblico e non pone le ormai note criticità di una catena societaria in cui agiscono anche soci privati. Adesso è il momento di abbassare le asce di guerra e dedicarsi alla tutela dei lavoratori che dovranno passare al nuovo gestore: faccio appello affinché il presidente di Sea Ambiente, abbandonato ogni pregiudizio politico, cooperi concretamente e seriamente con Ersu S.p.A. per la garanzia dei livelli occupazionali”, il commento del Sindaco Alessandro Del Dotto.
“Siamo consapevoli che affronteremo una prima fase di assestamento in cui ci potranno esserci criticità e disagi, ma abbiamo la prospettiva di un miglioramento notevole dei servizi grazie a un partner serio e affidabile che ci garantisce il raggiungimento del 70% della raccolta differenziata entro pochi mesi con rischio d’impresa a carico dell’azienda qualora questi non fossero raggiunti e uno spazzamento puntuale e programmato che porterà a un deciso innalzamento del decoro urbano. Nel giro di pochi mesi, estenderemo il porta a porta su tutto il territorio così non avremo più cittadini di serie a e cittadini di serie b. E tutto questo con una garanzia di abbassamento delle tariffe già dal 2020”, le parole dell’Assessore all’Ambiente Sara Pescaglini.
“Abbiamo compiuto questa scelta, molto importante per il Comune di Camaiore, con assoluta serenità e determinazione  – la dichiarazione dell’Assessore alle Partecipate Simone Leo – Il compito di chi amministra una città è, attraverso le regole, realizzare l’interesse pubblico. L’affidamento del servizio ad Ersu porterà ad un risparmio di costi e ad un netto miglioramento dei servizi. Non è, quindi, una scelta contro qualcuno ma una scelta a favore dei cittadini di Camaiore”.
(Visitato 498 volte, 1 visite oggi)