“Spero t’appendano a testa in giù al lampione della rotonda del Majorana”, è questo il grave commento fatto contro di me su Facebook da Alessandro Fantozzi, uno dei gestori dell’ostello comunale La Salana di Capannori”. A denunciarlo è Daniele Boschi, candidato a sindaco di Capannori per CasaPound Italia.
“Chiedo al sindaco nonché collega candidato Luca Menesini di prendere posizione sia in merito al commento, sia in merito alla sua compatibilità con la gestione di un ostello comunale, nato per i pellegrini della Via Francigena e in generale per accogliere le persone. Indipendentemente dal colore politico”.
“Non conosco questo signore – continua Boschi – e non credo di avergli fatto personalmente qualcosa di male. Resto sorpreso e preoccupato che dopo un solo giorno dalla mia candidatura, debba richiamare l’attenzione sul rispetto del gioco democratico. Alessandro Fantozzi ha commentato l’articolo della conferenza stampa di presentazione della mia candidatura a sindaco di Capannori con parole gravissime. Non solo un augurio di morte cruenta, ma una minaccia non troppo velata. A chi si riferisce?  Chi mi dovrebbe “appendere al lampione”? Ricordo che è in corso un processo per l’attentato bombarolo contro la sede di CasaPound a Lucca. Su certe cose quindi non si può abbassare la guardia”.
“La campagna elettorale di Capannori sta entrando nel vivo – continua il candidato di CasaPound – ed è bene che tutti i candidati dicano parole chiare contro intimidazioni, minacce e possibili derive violente. Luca Menesini ha inoltre la responsabilità dell’attuale governo del territorio, e di aver affidato la gestione dell’ostello La Salana a un soggetto come Alessandro Fantozzi. Gli chiedo quindi formalmente di esprimersi a riguardo, e se a Capannori, e all’ostello La Salana, siano garantiti i diritti di tutti o meno”.
(Visitato 250 volte, 1 visite oggi)
TAG:
capannori casa pound

ultimo aggiornamento: 18-03-2019


Bretella gratis, ottima iniziativa

Minacce di morte al candidato di Casa Pound, Menesini: “Mi dissocio”