Stamattina a Lucca si sono registrate due truffe agli anziani.
La prima è avvenuta in centro città, dove due individui, con la scusa di vendere cassette di frutta, sono riusciti a farsi consegnare 50 euro da un signore senza però consegnargli niente in cambio.
La seconda, invece, è avvenuta a Gignano, intorno alle 12:30, dove un anziano signore si è visto bussare alla porta da un italiano che indossava una giacca con su scritto “carabinieri” e teneva una radiolina in mano, il quale gli ha detto che, a seguito di una rapina nei dintorni, erano in corso le ricerche delle banconote segnate. pertanto, doveva controllare tutte le banconote che aveva in casa. ovviamente, dopo aver fatto piazza pulita è fuggito apparentemente a piedi.
La Polizia è riuscita ad individuare gli autori e a restituire la somma sottratta all’anziano signore: intorno alle 13:30 di oggi, la volante è intervenuta a San Concordio per un diverbio per futili motivi tra 3 ambulanti, due italiani e un richiedente asilo. Riportata la calma tra i soggetti, gli agenti notavano che i due italiani si muovevano a bordo di un furgoncino carico di cassette della frutta e, memori della segnalazione della mattina inerente una presunta truffa in centro città, si insospettivano, considerando anche l’atteggiamento e il contegno dei due.Pertanto gli operatori decidevano di accompagnarli in Questura per maggiori approfondimenti.

In Questura venivano raggiunti anche dal novantreenne autore della segnalazione di truffa accompagnato dalla badante, i quali dapprima riconoscevano i due soggetti, per poi ricostruire più chiaramente l’intera vicenda: stamattina, tornando dall’edicola, l’anziano signore veniva avvicinato da questi due individui (di 25 e 40 anni) che, con atteggiamento prepotente e insistente lo convincevano ad acquistare 4 cassette di frutta e verdura, e si facevano consegnare 50 euro. Ad un certo punto, però, irrompeva la badante che, non avendo alcun bisogno di quella spesa, battibeccava con i due ambulanti cacciandoli via in malo modo. questi ultimi si riprendevano 3 cassette di frutta lasciandone solo una di mele ma non restituivano alcun resto.

Negli uffici della Questura, messi alle strette, i due soggetti hanno spontaneamente restituito al novantatreenne le 50 euro della mattina, evitando così una querela penale da parte dell’anziano.

Non hanno potuto evitare, tuttavia, un Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Lucca per 2 anni, a firma del Questore, in considerazione dei loro precedenti penali e del turbamento che rappresentano per la sicurezza pubblica in relazione agli episodi che li hanno visti coinvolti.

  1. La Polizia raccomanda di non far entrare in casa sconosciuti e di pretendere da eventuali agenti l’esibizione dei tesserini di riconoscimento. in caso di dubbio invitiamo a contattare il 113 o il 112 per conferma sulle operazioni in corso.
(Visitato 1.094 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Lucca polizia truffe

ultimo aggiornamento: 20-03-2019


La Polizia gli ritrova la moto rubata prima ancora che si accorga del furto

Cambio di guardia in Questura a Lucca, a Vito Montaruli succede Maurizio Dalle Mura