Scheletro all’ospedale Versilia, lungo la via Aurelia: svelato il mistero. “Nessun spot, nessuna provocazione…ma semplicemente la voglia del mio rocambolesco scheletro, SEKKO, di far pensare, riflettere, sorridere, stemperare….in un mondo fatto di stereotipi e di “copia e incolla”!!”. A spiegarlo è l’autore, Michele Bertellotti, un artista pietrasantino: “Diavolo, che promozione!! Un viaggio di sola andata, irripetibile, full-optional!! Affrettatevi a partire…posti limitati!! IL SEKKO…i viaggi di una volta!!. L’ abbiamo combinata grossa!! Credo però, che l’ ironia andrebbe studiata sui banchi di scuola, perché il sorriso é un vero toccasana per tutto e tutti..!!
La mia smile ha come focus l’ alleggerimento di qualsiasi problematica. Si può vedere tutto in un modo migliore , se riusciamo a sorridere!! Lungi da me di aver agito contro un azienda che seriamente svolge il proprio lavoro!!!
Chiunque vada a visitare il mio profilo ,potrà vedere che da anni affronto problemi come i migranti,la disabilità,il traffico di organi ….sollevando con i miei lavori ogni tipo di problematica o piaga. E perche non scherzare anche con la morte?? Proprio per strappare un sorriso e sdrammatizzare il ” viaggio di sola andata”. Se devo scusarmi , lo faccio pubblicamente, ma la mia SMILE ART…e’ qualcosa di unico e vorrei riuscire a portare sorrisi ovunque!!!
L’ ironia e riuscire a sorridere sono vere medicine contro il cattivo umore!! ”

(Visitato 608 volte, 1 visite oggi)