Lo scorso 16 novembre una donna si presentava in un negozio di alimentari di Massarosa e, dopo aver girato per il locale prelevando vari prodotti dagli scaffali, si recava alla cassa in attesa del proprio turno, apparentemente per pagare la merce.
Una volta uscita l’ultima acquirente, la donna si avvicinava al banco e chiedeva alla titolare, nel tentativo di distrarla, di poter acquistare una bottiglia di liquore conservata in un apposito scaffale; non appena la titolare si voltava per prendere la bottiglia richiesta, la donna scavalcava il banco spingendola con forza, facendole sbattere la testa contro un espositore. Quindi, la malvivente sottraeva i soldi contenuti nella cassa, circa 500 euro, e si dava alla fuga a bordo di un auto.
Dunque, i Carabinieri della Stazione di Massarosa avviavano le prime indagini raccogliendo gli elementi descrittivi della malvivente da parte dei testimoni che hanno poi consentito di tracciare un identikit della responsabile.
Inoltre, i militari dell’Arma effettuavano dei rilievi tecnici all’interno del negozio e prelevavano alcune impronte verosimilmente lasciate dalla malvivente su alcuni prodotti che, una volta opportunamente esaminate, hanno consentito di individuare ed identificare l’autrice della rapina.
La malvivente veniva quindi identificata in Jubelina Petrache, classe ’95, nata in Romania, senza fissa dimora, già nota alle forze di polizia.
A questo punto, condivise le risultanze investigative fornite dai Carabinieri, su richiesta del Pubblico Ministero, d.ssa Lucia Rugani, il G.I.P.  del Tribunale di Lucca ha emesso apposita ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico della donna romena che è stata eseguita ieri pomeriggi dai militari dell’Arma di Massarosa.
La malvivente quindi si trova ora rinchiusa presso la Casa Circondariale di Firenze Sollicciano.
(Visitato 2.409 volte, 1 visite oggi)