I Carabinieri della Stazione di Camaiore hanno eseguito uno specifico servizio antidroga sul territorio di competenza, in particolare nella zona di Capezzano Pianore.
Nello specifico, i militari dell’Arma hanno concentrato l’attenzione nei pressi di un’area abbastanza appartata coperta da fitta vegetazione ove ultimamente erano stati notati alcuni movimenti sospetti, in particolare uno strano via vai di persone.
Nel corso del servizio quindi, i Carabinieri hanno notato un’autovettura condotta da una donna che arrestava la marcia vicino alla zona sospetta e, dopo essere scesa dal veicolo, scambiava qualcosa con un giovane extracomunitario nascosto tra la fitta vegetazione.
A questo punto è scattato il blitz dei militari dell’Arma che controllavano sia la donna scesa dalla macchina, trovata in possesso di 0,80 gr. di cocaina appena acquistata e pertanto segnalata alla Prefettura quale assuntrice di sostanze stupefacenti, sia il pusher che in un primo momento tentava la fuga a piedi ma veniva raggiunto e bloccato dai Carabinieri.
Il giovane veniva quindi sottoposto a perquisizione personale e veniva dichiarato in stato di arresto poiché trovato in possesso di otto dosi di cocaina per circa 7 grammi di peso e 300 euro di banconote, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.
Il pusher marocchino, al momento dell’arresto, riferiva di non avere nessun tipo di documento d’identità e di essere minorenne, cosa che non convinceva i Carabinieri che infatti lo conducevano in ospedale per sottoporlo ad esame radiologico per risalire all’età.
Dagli esami medici risultava essere maggiorenne, circa 19 anni, quindi veniva trattenuto in stato di arresto nelle camere di sicurezza della caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lucca con l’accusa del reato di spaccio di sostanze stupefacenti e di false dichiarazioni sulla propria identità.
La mattina seguente, presso il Tribunale di Lucca, veniva convalidato l’arresto ed il pusher veniva rimesso in libertà e sottoposto alla misura coercitiva del divieto di dimora nella provincia di Lucca
Proseguirà l’intensa attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Viareggio che stanno svolgendo mirati servizi antidroga finalizzati anche alla tutela dei più giovani
(Visitato 3.584 volte, 1 visite oggi)