“A Viareggio si pavimentano i parcheggi con la marmettola?”

Lo chiede, in una nota, il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

“Alla fine di gennaio 2019 i residenti della zona vedono un paio di camion carichi di materiale biancastro che viene poi utilizzato per pavimentare il parcheggio per autoveicoli situato nella zona verde fra Via del Forcone e Via E. Paladini, a Viareggio (LU).

Basta un po’ di vento e si alza una polverina biancastra che non pare un tonico per la salute.

Se si trattasse davvero di marmettola, come paventano i residenti, i rischi ambientali e per la salute pubblica sarebbero intuitivi.

Infatti, la marmettola è costituita dal residuo dell’estrazione e lavorazione del marmo e dei materiali lapidei e potrebbe esser considerata sottoprodotto solo in quanto siano soddisfatti tutti i requisiti di cui all’art. 184 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.

In caso contrario, è sempre qualificata come rifiuto (codice “CER 01 04 13 – rifiuti prodotti dalla lavorazione della pietra, diversi da quelli di cui alla voce 01 04 07”), come ricorda l’A.R.P.A.T. e indica la giurisprudenza (vds. Cass. pen., Sez. III, 19 dicembre 2008, n. 47085).

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, raccogliendo le preoccupate segnalazioni dei residenti, ha, quindi, inoltrato (29 marzo 2019) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti al Ministero dell’Ambiente, alla Regione Toscana, all’A.R.P.A.T., al Comune di Viareggio e ai Carabinieri del N.O.E.

A Viareggio si pavimentano i parcheggi con la marmettola, cioè con un rifiuto?

Se così fosse, sarebbe proprio il caso di cambiare registro”.

(Visitato 751 volte, 1 visite oggi)
TAG:
marmettola parcheggi viareggio

ultimo aggiornamento: 30-03-2019


Incendi boschivi, il divieto di abbruciamento prorogato al 10 aprile

Nuova ambulanza per la Croce Verde Viareggio. Manca un ultimo, piccolo sforzo