Il Comune di Camaiore risponde a Sea Ambiente: “Il gestore fa solo bassa propaganda”

“Il comunicato di Sea Ambiente è solo bassa propaganda” – il durissimo giudizio dell’Amministrazione Comunale sulla nota emessa dal gestore. “È come se l’efficienza di un lavoratore fosse valutata esclusivamente dal fatto che timbra il cartellino in orario. Ci si affretta ad estendere a tutto il servizio e all’intero territorio un giudizio espresso nelle verifiche settimanali nella zona Lido Mare. Peccato che il porta a porta ci sia su poco più di metà del territorio, che ci siano numerose contestazioni sullo spazzamento e che gli obiettivi di raccolta differenziata siano una chimera: la nostra volontà di cambiare il gestore nasce dal fatto che il contratto risulta scaduto ed è motivato dall’endemica incapacità di Sea di organizzare il servizio in modo efficiente, causa prima di oltre settecentomila euro di contestazioni nel solo 2018. Chiedetelo ai nostri cittadini, loro sanno valutare quotidianamente la qualità del servizio offerto: l’URP affoga nelle continue segnalazioni di disservizi. Ci piacerebbe inoltre che la medesima solerzia comunicativa fosse profusa nello spiegare la profonda differenza tra la media di costi che si ravvisa in altre realtà e Camaiore (media TARI procapite: centro Italia 206,00 €; Camaiore 263,00 €). Su questo purtroppo il silenzio è tombale”.

Aggiornato il: 09-04-2019 8:54