A Valpromaro, la domenica dopo Pasqua si celebra la Festa della Madonnina dei Miracoli. Si tratta di un appuntamento religioso molto antico, attestato in paese già dal Cinquecento, che si colloca singolarmente una settimana dopo la Pasqua, in questo associandosi ad altre ricorrenze mariane nel territorio provinciale.
La festa, che fino a qualche decennio fa rappresentava il più alto momento della comunità religiosa paesana, mantiene le sue particolarità che nel tempo hanno incontrato l’esperienza del cammino e dell’accoglienza. Da sei anni infatti, in concomitanza con la festa religiosa, si svolge a Valpromaro uno dei Corsi internazionali di formazione per Ospitalieri volontari di Hosvol Italia, organizzazione che collabora nella gestione di strutture di accoglienza per pellegrini sulle vie di pellegrinaggio (in particolare Cammino di Santiago in Spagna e Via Francigena in Italia). Giungeranno in paese formatori di lunga esperienza e 30 corsisti volontari, che domenica 28 alle 12.00 riceveranno il muñequito, mandato di accoglienza che li renderà Ospitalieri. Subito di seguito, si avvieranno i contatti fra la comunità di Valpromaro e quella di Grañon in Spagna, nella regione de La Rioja. Fra i due piccoli paesi, accomunati dal cammino, sta per essere intrapreso un gemellaggio, che lontano dai formalismi istituzionali, vuole rafforzare la reciproca conoscenza. Valpromaro e Grañonsono le due comunità che hanno visto nascere per prime l’accoglienza degli Ospitalieri Volontari, l’una in Italia e l’altra in Spagna.
Il programma dei giorni di festa inizia sabato 27 alle ore 21 con una Veglia di preghiera Quam pulchra es, animata dai canti gregoriani e della tradizione medievale del Cammino del Coro dell’Istituto Musicale Diocesano di Lucca Raffaello Baralli: al termine del momento di meditazione, verrà ricordato Giuseppe Mancino, ospitaliere referente per Valpromaro, prematuramente scomparso lo scorso dicembre. Domenica 28 alle ore 9.30 è in programma la Santa Messa Solenne. Dopo la chiusura del corso degli Ospitalieri e l’avvio del Gemellaggio con Grañon, nel pomeriggio dalle 15:00 in poi, si svolgerà un laboratorio di realizzazione di tappeti di segatura, a cura dell’Associazione Tappetari di Camaiore. Il laboratorio è aperto a tutti, bambini ragazzi e adulti, che potranno realizzare un tappeto di segatura davanti alla chiesa. In attesa dei Vespri e della Processione con il simulacro della Madonna, in programma domenica alle 18.
Lunedì 29 aprile, alle ore 18.00 recita del Rosario e a seguire la Santa Messa.
Tutto il programma è libero e aperto alla partecipazione di tutti.
(Visitato 83 volte, 1 visite oggi)
TAG:
eventi festeggiamenti valpromaro

ultimo aggiornamento: 20-04-2019


Wonderland’s Music All, successo tragato K-Antares e Aipd Versilia

Pasqua di super eventi all’Ostras Beach