"CambiAMOmassarosa", Forza Italia schiera i suoi 16 alfieri: dieci uomini e sei donne - Politica Massarosa Versiliatoday.it

“CambiAMOmassarosa”, Forza Italia schiera i suoi 16 alfieri: dieci uomini e sei donne

Un amalgama di freschezza ed esperienza per rilanciare Massarosa: Forza Italia schiera i suoi 16 alfieri, dieci uomini e sei donne, per sostenere la candidatura a sindaco di Alberto Coluccini alle prossime elezioni comunali del 26 maggio.

Dialogo con i cittadini, frazioni come valore e un modello di welfare calibrato su donne e diversamente abili: sono alcuni dei punti che la lista azzurra porterà “in dote” alla coalizione di centrodestra, insieme alla fondamentale necessità di rilanciare commercio e turismo “che a Massarosa – spiega il coordinatore comunale e capolista, Stefano Baroni – stanno viaggiando terribilmente al di sotto delle reali potenzialità del territorio”. La “no-tax area” approvata a febbraio dalla giunta Mungai, al di là dell’indubbia valenza elettorale “non risolve i problemi dei nostri commercianti, anzi – prosegue Baroni – crea una forte disparità fra chi ha già un’attività aperta, e deve sostenere tutti i costi del caso, e chi ne avvia una nuova, godendo dello sgravio Tari per due anni”. Chi già esiste e investe le proprie energie nel territorio, secondo Baroni è il primo a meritare attenzione da un amministratore pubblico: “Con l’esenzione dal pagamento del suolo pubblico, per chi resta aperto durante eventi e manifestazioni – propone l’esponente azzurro – ma prima ancora, una calendarizzazione su base annuale, seria e concordata con le categorie economiche, di tutti gli appuntamenti che si svolgeranno sul nostro territorio”.

Da recuperare, secondo Baroni, c’è anche il rapporto con la cittadinanza, “oggi ridotto a carteggi legali, minacce di querele e una volontà di confronto che rasenta lo zero” e quello con i territori delle frazioni, “vissuti dall’amministrazione centrale più come zone di periferia, marginali, che come potenzialità del nostro Comune, da mettere al centro di un progetto di rilancio complessivo che ne valorizzi le singole specificità”.

“Dopo questa fin troppo lunga e fallimentare parentesi del centrosinistra al governo di Massarosa – chiude il coordinatore provinciale di Forza Italia e capogruppo in consiglio regionale, Maurizio Marchetti – il centrodestra si compatta per riproporre ai cittadini la buona amministrazione che ha guidato e sostenuto questo territorio nei dieci anni precedenti all’estate 2009”.

Ecco i nomi dei 16 candidati al consiglio comunale:

Stefano Baroni (Viareggio, 28/02/1979), ragioniere; Daniele Altemura (Pietrasanta, 10/01/1980), geometra; Massimo Benassi (Massarosa, 12/11/1951); Giovanni Benedetti (Viareggio, 09/10/1987), insegnante; Giuseppe Bianchi (Massarosa, 20/11/1946), pensionato; Paola Cecchi (Montecatini Terme, 02/07/1969), autista; Lucia Elena Checchi detta Elena (Viareggio, 28/01/1965), dirigente scolastica; Gianmarco Del Bucchia (Lucca, 09/02/1994), studente; Tommaso Francesconi (Pietrasanta, 01/04/1989), ristoratore; Lorenzo Ghiara (Massarosa, 24/09/1964), geometra; Claudia Lipparelli (Viareggio, 20/08/1966), addetta alle pulizie; Claudio Marlia (Viareggio, 13/01/1973), assicuratore; Elisabetta Puccinelli (Viareggio, 22/03/1968), casalinga; Bruno Salvetti (Lucca, 16/06/1946), pensionato; Enza Simonini (Massarosa, 20/09/1950), pensionata; Giacoma Terraglia detta Giovanna (Alcamo, 04/10/1969), commerciante.

(Visitato 372 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 27-04-2019 8:06