Anziano derubato vicino all’ospedale Versilia, denunciate due rom

Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Viareggio hanno denunciato in stato di libertà due giovani donne romene per il reato di furto aggravato in concorso.

Nel dettaglio, nella giornata di martedì un cittadino italiano di 83 anni, mentre si trovava fermo ad un semaforo nei pressi dell’Ospedale Versilia con il proprio camioncino, veniva avvicinato da due donne con accento straniero che con la scusa di chiedere l’elemosina. D’un tratto una delle due saliva a bordo del mezzo dal lato passeggero e iniziava rovistare all’interno, riuscendo a trovare e asportare la somma di 250 euro in contanti che il povero anziano aveva nascosto sotto il sedile. Arraffato il bottino le due donne si allontanavano precipitosamente.

L’uomo a questo punto chiamava il 113 chiedendo aiuto e raccontando quello che era successo. Ricevute le descrizioni delle due malavitose, il personale delle Volanti si metteva all’immediata ricerca delle stesse, che venivano trovate poco dopo non lontane dal luogo del misfatto.

Le due giovani donne, P.C. e S. C., entrambe appena diciottenni ed in stato interessante, venivano condotte negli Uffici del Commissariato per essere sottoposte a fotosegnalamento e per gli accertamenti del caso.  Le stesse, inoltre, venivano riconosciute con assoluta certezza dall’anziano quali autrici del furto subito poco prima.

A questo punto per le due giovani è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Lucca per il reato di furto aggravato in concorso.

Aggiornato il: 11-05-2019 12:02