Gran Fondo, muore uno dei due ciclisti coinvolti nell'incidente - Cronaca Stazzema, Top news Versiliatoday.it

Gran Fondo, muore uno dei due ciclisti coinvolti nell’incidente

Gran Fondo, muore uno dei due ciclisti coinvolti nell’incidente di due giorni fa.

A perdere la vita, dopo due giorni di agonia a Cisanello, è stato Roberto Silva, imprenditore lombardo, rimasto ferito in modo grave mentre era in sella alla sua bicicletta sulla via per Arni, nel comune di Stazzema.

L’uomo era stato portato dal Pegaso all’ospedale pisano.

Roberto Silva aveva solo 53 anni. La procedura di accertamento di morte cerebrale era iniziata ieri pomeriggio intorno alle 14:30. Silva, originario di Milano ma conosciuto anche a Forte dei Marmi dove risiedono alcuni familiari, si era scontrato un’auto condotta da una ragazza di 21 anni insieme a un altro ciclista durante la 23esima edizione della corsa Gran Fondo della Versilia.
Nell’incidente aveva riportato un politrauma e le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Per questo era stato trasferito in codice rosso all’ospedale di Cisanello con l’elicottero Pegaso. Il 53enne gareggiava per il Team Maggi Off Road. La famiglia, seguendo le volontà dell’uomo, ha deciso di donare i suoi organi.
I rilievi dell’incidente sono stati effettuati dai carabinieri e le indagini dovranno appurare se non fosse stato necessario segnalare l’incrocio tra la Provinciale e la strada privata da dove è sbucata la ragazza in auto che ha investito i due ciclisti. L’altro corridore, 43 anni di Milano, ha riportato un politrauma ma è rimasto cosciente ed era stato portato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale ‘Versilia’, dove si trova ancora ricoverato. Il 43enne correva per il Team Marville.

Aggiornato il: 15-05-2019 8:30