A Forte dei Marmi torna GAFF “Giardini Arte Fiori Forte”

Ciò che rende Forte dei Marmi ancora oggi speciale è l’armonia che si respira tra gli elementi: non solo il mare, le ville coi loro giardini, la campagna dell’entroterra e il bosco mediterraneo, ma l’Arte che si genera tra le Apuane, i laboratori d’artisti, le gallerie d’arte. Un insieme molto speciale di Natura e Cultura che, nonostante i cambiamenti e le mode, rende particolarmente attrattiva Forte dei Marmi e il territorio della Versilia storica. Con tale filosofia si allinea anche quest’anno la seconda edizione di Giardino Arte Flora Forte (GAFF), organizzata dal Centro Commerciale Naturale nell’ambito del bando Fiere e Mercati, con il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi chje si svolgerà in piazza Dante da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno). Una quinta verde offerta dalla ditta Vannucci di Pistoia, fa da sfondo all’esposizione, ponendosi come un’opera d’arte naturale; da qui si sviluppa un percorso molto semplice concepito come galleria d’arte, dove si mostrano i vari prodotti legati al mondo della creatività, tra natura e arte. Un vecchio gozzo “insabbiato”, con piante e fiori all’interno è il giardino che fiorisce dal mare. E’ una metafora del genius loci, così come lPosidonia, la pianta acquatica del Mediterraneo di grande importanza eco-sistemica, alla quale saranno dedicate alcune iniziative volte a diffondere aspetti ancora inediti di educazione ambientale. Ciò al fine di contribuire a rendere Forte dei Marmi un luogo leader, un’eccellenza anche dal punto di vista ecologico. Tra i giardini della piazza, attraverso i tunnel del Bambooseto di Camaiore (una ditta giovane che da prove mirabili di modellare i bamboo “ad arte”), troveranno posto vivaisti, artisti, artigiani che lavorano vari materiali (dai giunchi, alle ceramiche, al ferro), manifatture e aziende che operano nel settore dei giardini e del paesaggio, ma anche in quello dell’ambiente come Freezanz , uniti dal comune obiettivo della qualità, creatività, originalità. Tra le fioriture stagionali si troveranno le quantità inenarrabili di erbe aromatiche, di rose di Barni e di altri ibridatori, di agapanti, digitalis, echinacee, buddleie. Dai fiori agli agrumi, protagonisti assoluti del giardino mediterraneo, con le ricercate varietà dell’Esperidario toscano, i profumi di Santa Maria Novella, ma anche allestimenti tematici come il giardino di Pinocchio, creato in collaborazione con la Fondazione Collodi che vuole richiamare una favola nata proprio tra le eccellenze del vivaismo pistoiese. E’ la favola che allude anche a tutte le possibili narrazioni da costruire col mondo delle piante. Perché ogni pianta racchiude un mondo fatto di storie, luoghi, personaggi, mondi da sognare come quelli delle favole che ognuno può costruire con la propria fantasia e il proprio sentire. La ditta Pacini, che si distingue nel territorio per la ricerca di qualità, sarà presente per mostrare come ammantare di verde facciate anonime di brutti edifici e di manufatti industriali, dimostrando come sia possibile, con la cultura e l’armonia di arte-natura, rendere più ecologiche e vivibili le città e i paesaggi. La lista è lunga di cose e di esperienze,a partire da venerdì pomeriggio con la giuria di esperti che decreterà i migliori tra i vivaisti e creativi con la premiazione in piazza e una performance gustativa di “cibo verde” di Event &Kitchen.

Seguiranno conversazioni sui temi dell’educazione ambientale ed Ecoinnovazione: Posidonia, pianta acquatica del Mediterraneo, da rifiuto ambientale a risorsa.

Sanato 1 giugno in mattinata: incontri con i bambini intorno al giardino di Pinocchio

Sabato 1 giugno dalle 15 alle 18: “Come un non luogo diventa giardino”, con Alice Lombardi, Garden Designer, “Comporre con le aromatiche”, Fiori di Bobo, “Paesaggi segreti” a Forte dei Marmi, Maria Adriana Giusti e Massimo Marsili

Domenica 2 giugno, ore 11: “La flora della Provenza” con Maria Adriana Giusti

GAFF è dunque una kermesse, un piccolo gioiello, coinvolgente per grandi e piccini che vuole educare a “coltivare” bellezza e innovazione nella costruzione dell’ambiente di vita, perché l’ idea di base è che il giardino sia un’opera totalizzante che coinvolge tutti i sensi e che l’ arte si possa trovare in ogni aspetto del paesaggio.

Anima di questa iniziativa è un team di esperti: Maria Adriana Giusti, nota studiosa di giardini a livello internazionale che ha fondato e presiede il Garden Club Versilia Apuania, Filippo Pizzoni, paesaggista di successo, che collabora con Gardenia e Orticola, Luca Leporati, agronomo, eccezionale esperto di botanica, Beatrice Audrito, critica d’arte, curatore e consulente di mostre d’arte contemporanea, Stefania Cerlini, esperta amatoriale di viaggi nel collezionismo botanico, Daniela Broch, imprenditore della moda e promotrice di eventi con finalità benefiche, Alice Lombardi, garden design.

Media partner: Andrea Vitali, editore di Floraviva, florovivaismo, ruralità, ambiente e cultura Enti e associazioni coinvolti: Associazione albergatori (pacchetto 3gg per la manifestazione); Associazione commercianti, Circolo culturale Forte dei Marmi, il Magazzino, Ente Ville Forte dei Marmi, Fondazione Nazionale Collodi, Garden Club Versilia Apuania.

Tra le conversazioni in piazza:

Massimo Marsili, direttore della Fondazione Giacomo Puccini di Lucca, presenta il libro curato da Maria Adriana Giusti, Paesaggi segreti a Forte dei Marmi.
La città verde di Roma Imperiale, edito da Maschietto, con contributi di Cristina Acidini, Vittorio Sgarbi, Fernanda Giulini. Come un non luogo diventa giardino, esperienza di Garden therapy, conversazione con Alice Lombardi, Garden Designer.

Aggiornato il: 30-05-2019 21:00