Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Livorno hanno svolto un servizio in aree rurali della provincia labronica, rintracciando, in un terreno poco distante dalla strada regionale 206 che collega Vicarello (LI) a Ospedaletto (PI), una cavità ove erano nascosti 250 grammi di cocaina a elevato grado di purezza.

Poco distante è stato trovato il barattolo, a chiusura ermetica, che custodiva un bilancino di precisione.

Ciò a dimostrazione del fatto che i trafficanti stessero predisponendo il taglio dello stupefacente, per poi confezionare dosi da destinare allo spaccio.

La droga sequestrata, il cui quantitativo complessivo sarebbe aumentato dopo il taglio sino a quadruplicarne il peso, avrebbe consentito di realizzare 4.000 dosi.

I “quartini”, ossia le dosi da 0,25 grammi, sarebbero state poi smerciate agli assuntori a un prezzo di circa 40 euro ciascuna, consentendo, se il tentativo fosse andato “a buon fine” per gli spacciatori, di introitare un incasso complessivo illecito pari a 160 mila euro.

Sotto il coordinamento dell’Autorità giudiziaria è ora in corso lo sviluppo di indagini tese a rintracciare e assicurare alla giustizia i responsabili dell’attività criminale.

(Visitato 566 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cocaina guardia di finanza livorno

ultimo aggiornamento: 31-05-2019


Favoreggiamento all’immigrazione clandestina, 7 misure cautelari

Valigia sospetta all’autodromo del Mugello, gli artificieri la fanno brillare