14 passi a mare chiusi dal 1 giugno per tutelare le imprese e prevenire danneggiamenti a strutture ed attrezzature. Il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti ha firmato l’ordinanza che porta a 14 i varchi di accesso al mare – lo scorso anno erano 11 – che dovranno restare chiusi nel weekend e solo durante la notte (dalle 21.30 alle 8.00) fino al 30 settembre. I passi si trovano tutti a ridosso o nelle immediatevicinanze di discoteche e locali notturni. “Lo scorso anno – ricorda il Sindaco, Giovannetti – ci siamo insediati a ridosso della stagione con tutte le difficoltà che ne sono conseguite dal punto di vista delle tempistiche dovute alla riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza che si era tenuto in Prefettura e a cui aveva partecipato il commissario. In quell’occasione era stata evidenziata la non replicabilità delle ordinanze che fino a quel momento erano state emesse per chiudere tutti i passi a mare alla luce dei mutamenti normativi ed in ragione del fatto per cui non ci fossero le condizioni di contingibilità e sicurezza. E’ stata, diciamo così, una partenza complicata. Quest’anno siamo riusciti ad arrivare preparati all’inizio della stagione estiva con un’ordinanza definita e più ampia rispetto allo scorso anno assumendoci anche delle responsabilità. Il dialogo con i balneari è uno strumento per noi fondamentale che vogliamo curare. Ordine e sicurezza pubblica sono per noi temi importanti. La porta del mio ufficio è sempre aperta per le imprese del territorio che creano sviluppo, occupazione, economie”.

 

Ecco tutti i passi a mare interessati dall’ordinanza: via Italia tra Il Pescatore e La Bussola, Piazza Bernardini tra il bagno 90° minuto e Sorrento, via Dalmazia tra Sorrento e Stella 83, via L. Ariosto tra Palazzo della Spiaggia e Lido, via Savoia tra Biondetti e Aeolus, via Arezzo tra Zara e Nettuno Alba, via Tagliamento tra Marzocco e Luciano, via Leonardo da Vinci tra Roma Garden e Tropicana, via Puccini tra Biancamano e Sorriso, Piazza America tra Firenze e Italia, via B. Ricasolo tra Soleado e via Faruk, via S. Giovanni Bosco tra Firenze e La Versiliana-Ristorante ex Amici Miei, viale Apua tra Coluccini e Lido e via Pasubio tra Chimera e Patrizia.

 

L’ordinanza conferma il blocco delle disposizioni storiche. I concessionari degli stabilimenti balneari dovranno inoltre consegnare una copia della chiave universale per accedere al varco sia al 118 che alle forze dell’ordine e dovranno garantire la presenza di personale che provveda, in caso di necessità, all’immediata rimozione delle strutture in periodo di chiusura dalle 21.30 alle 8.00. Su ogni passo a mare dovrà essere apposto un cartello ben visibile con recapito telefonico di un reperibile con le indicazioni in italiano ed inglese. “Grazie a queste disposizioni è garantito l’accesso alla spiaggia dei mezzi di soccorso e alle forze dell’ordine – conclude il primo cittadino – in caso di bisogno e allo stesso tempo anche l’ordine e la sicurezza”.

 

(Visitato 88 volte, 1 visite oggi)