2 giugno in Cortile degli Svizzeri alla presenza del neo prefetto di Lucca - La voce degli Enti, Prefettura di Lucca Versiliatoday.it

2 giugno in Cortile degli Svizzeri alla presenza del neo prefetto di Lucca

Si è tenuta oggi, domenica 2 giugno, nel Cortile degli Svizzeri del Palazzo Ducale di Lucca, la celebrazione per il 73° Anniversario della Fondazione della Repubblica, coordinata dal Prefetto Leopoldo Falco e alla presenza delle massime Autorità civili e militari.

Hanno assistito alla Cerimonia numerosi cittadini che hanno affollato il Cortile degli Svizzeri, per celebrare una data fondamentale per la nostra storia, quale segno di comune appartenenza e di identità nazionale.

La cerimonia ufficiale è stata inizialmente scandita, a partire dalle 9,30, dallo schieramento, nel cortile, del Reparto di Formazione interforze, dagli Onori militari e dall’Alzabandiera, sulle note dell’Inno Nazionale eseguito dal Complesso Musicale “Giacomo Puccini” di Nozzano Castello.

Successivamente, è stata data lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte del Prefetto Leopoldo Falco.

Il Prefetto, insediatosi lo scorso 30 maggio, ha colto l’occasione per rivolgere un saluto alla cittadinanza, soffermandosi sui passi salienti del messaggio di Mattarella che invita a garantire sul territorio i principi costituzionali della pluralità e diversità, della solidarietà e sussidiarietà per assicurare sinergie tra i vari livelli di governo.

Il Prefetto ha inoltre manifestato piena disponibilità a lavorare con le Istituzioni e le Amministrazioni locali a tutela della coesione sociale e con l’obiettivo di individuare  soluzioni stimolando intese e collaborazioni, come raccomandato dallo stesso Presidente della Repubblica.

Tre alunni della classe quinta della scuola primaria di Piegaio, accompagnati dall’insegnante Daniela Gasperetti, Asia Bini, Alice Massei e Elisa Balderi, hanno letto alcuni brani inerenti il progetto “io cittadino”, selezionato tra i vincitori nazionali del concorso “Vorrei una legge che” indetto dal senato. Dopo la lettura, il Prefetto ha consegnato loro una copia della Costituzione Italiana.

Nutrita e varia la serie delle onorificenze consegnate a seguire, tutte conferite dal Presidente della Repubblica: in primo luogo le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana al Primo Luogotenente Vinicio Bianchi della Marina Militare, al Sig. Iacopo Corsetti, al Sig. Giorgio Franco Daniele, alla Sig.ra Paola De Luca e al Sig. Mario Lorenzo Severi.

Quindi, due Medaglie d’Onore attribuite a riconoscimento del sacrificio di altrettanti italiani, ormai deceduti, che, dopo l’armistizio, tra il 1943 e il 1945, rifiutarono ogni collaborazione con gli invasori e furono deportati, internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, ritirate dagli eredi, Sig. Dino Magistrelli, alla memoria di Corinno Magistrelli e Sig. Lorenzo Alberigi alla memoria di Giuseppe Perasso.

Si è proceduto poi alla consegna delle tessere associative della Federazione Maestri del Lavoro agli insigniti, il 1° maggio di quest’anno, a Firenze, di Stella al Merito: Sig. Riccardo Baldassini, Sig. Marsilio Ceccardi, Sig. Massimo Da Valle, Sig. Luigi Del Signore, Sig.ra Liana Fanucchi, Sig.ra Annalisa Franceschi, Sig. Giacomo Isola, Sig. Orazio Lucarotti, Sig. Ivo Maggenti, Sig. Pierluigi Milani, Sig, Massimo Nannini, Sig. Giorgio Pieroni, Sig.ra Raffaella Rossi e Stefania Tofanelli. Hanno partecipato a questo significativo momento il Console Provinciale dei Maestri del Lavoro Pietro Franceschini e Gianfranco Di Grazia della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia.

A conclusione della mattinata, è stata deposta una corona di alloro al Monumento ai Caduti in piazza XX Settembre.

Nel pomeriggio, apertura straordinaria alla cittadinanza di alcuni ambienti monumentali di Palazzo Ducale, sede della Prefettura e della Provincia di Lucca.

(Visitato 124 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 02-06-2019 12:57