Operazione "Stazioni Sicure", controllate 534 persone: a Lucca denunciato un uomo per danneggiamento - Cronaca, Cronaca di Lucca, Cronaca Toscana Versiliatoday.it

Operazione “Stazioni Sicure”, controllate 534 persone: a Lucca denunciato un uomo per danneggiamento

Si è conclusa questa notte l’operazione “Stazioni Sicure” con controlli straordinari che si aggiungono alla quotidiana attività di prevenzione e repressione dei reati svolta dagli Agenti in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana.

L’attività di controllo straordinaria, svolta all’interno delle stazioni, sui treni ed all’interno dei depositi bagagli, ha come finalità quella di incrementare ulteriormente il livello di sicurezza in ambito ferroviario, attraverso accertamenti specificamente indirizzati verso i viaggiatori ed i bagagli.

I servizi sono stati realizzati oltre che con l’ausilio dei palmari di ultima generazione che consentono l’identificazione immediata dell’individuo, anche attraverso l’uso dei metal detector, si sono svolti nelle sale d’attesa, nelle biglietterie, negli atri e nei sottopassi di 37 stazioni ferroviarie

L’operazione che ha visto l’impiego complessivo per tutta la giornata di  54 pattuglie ha portato all’identificazione di 534 persone ed al controllo di 24 bagagli ritenuti sospetti, attraverso l’uso dei metal detector.

Ammontano invece a due i denunciati in stato di libertà. In particolare, gli Agenti della Sezione Polfer di Pisa hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria uno straniero di 35 anni, irregolare sul territorio nazionale che, in stato di ubriachezza, infastidiva i viaggiatori in stazione. L’uomo, già segnalato per i reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti, ha opposto una tenace resistenza agli Agenti operanti e, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e sanzionato per ubriachezza manifesta.

A Lucca gli Agenti hanno invece denunciato per danneggiamento aggravato, un uomo irregolare sul territorio nazionale, notato dagli operatori mentre disturbava i viaggiatori in attesa di prendere il treno; i poliziotti hanno inoltre potuto appurare, sia in base a quanto affermato dallo stesso che dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza che aveva poco prima, senza alcun motivo, colpito con un pugno il vetro di una macchina parcheggiata in Piazza della Stazione.

(Visitato 84 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 18-06-2019 12:55