Conclusa la 4 giorni nazionale firmata Bad Players che ha portato sulla sabbia della Marina torrelaghese oltre 200 giovani e giovanissimi beachers, per contendersi i 18 scudetti in palio.

Entusiasmo, grande agonismo e commozione, nel giorno del decennale della strage di Viareggio, con l’abbraccio all’associazione “Il Mondo che Vorrei” e un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del 29 giugno: emozioni avevano promesso ed emozioni sono state, sulla sabbia di Torre del Lago Puccini, per i Campionati Italiani giovanili di beach tennis disputati allo stabilimento balneare Andrea Doria da giovedì 27 a domenica 30 giugno, sotto la regia dell’associazione Bad Players.
L’evento, patrocinato dal Comune di Viareggio e dal Consorzio di Promozione Turistica della Versilia, è entrato nel vivo fin dal primo giorno, con l’assegnazione degli scudetti under 14, 16 e 18 di singolare, maschile e femminile. Da venerdì sono scese in campo tutte le categorie nei vari tabelloni di specialità, con incontri dalla mattina al calar del sole, accompagnati da una folta e colorata cornice di pubblico.
Fra i più piccoli (Under 12), tricolore di doppio femminile per la coppia tosco-romagnola Alice Pepi-Alice Foschi (9-5 a Valli-Carboni) mentre va in Sardegna lo scudetto del misto, conquistato da Picci-Montisci. Montisci si laurea campione italiano anche nel doppio maschile, insieme a D’Andrea.
L’Under 14 è la categoria che regala più soddisfazioni agli atleti di casa. Tutta “Bad Players” la finale del singolare femminile, con Matilde Massai che in finale supera la compagna di club, Elena Francesconi, per 9-7. Le due “ragazze terribili” portano a casa altri due titoli di categoria: Elena, in coppia con la sorella Giulia, vince in rimonta il doppio femminile (9-7 a Picci-Manenti); Matilde, insieme al ferrarese Galletti, conquista lo scudetto del misto (9-5 su Picci-Pulcrano). La coppia Galletti-Bertonelli fa suo il doppio maschile, il laziale Frattolillo è invece campione italiano nel singolare.
Nella categoria Under 16 altra firma della giovane “Bad” Elena Francesconi: è suo il tricolore di doppio femminile, in tandem con la maremmana Mariotti (9-7 a Cancellieri-Cermaria); la stessa Mariotti si regala poi il titolo di singolare e quello di doppio misto, con il ferrarese Andreolini. Parla toscano anche il singolare maschile, dove Rosichini s’impone 9-6 sul veneto Boscolo; i due, stavolta in coppia, si aggiudicano il titolo di doppio.
L’Under 18 è una continua sfida incrociata fra Sardegna ed Emilia-Romagna, con l’unico squillo del Granducato che arriva dalla grossetana Gaia Pepi, campionessa italiana di singolare (9-2 a Spadoni). Sugli altri campi si impongono il cagliaritano Manenti, nel singolo e nel doppio maschile (con Cattani), le emiliane Spadoni-Cancellieri nel femminile e la coppia Cancellieri-Cattani nel misto.
Photo credit: Salvatore Matarazzo, Paolo Mazzei

Ecco tutti i risultati delle finali, categoria per categoria:
Under 12 | Doppio maschile: Montisci-D’Andrea b. Pivi-De Siena 9-5; doppio femminile: Pepi-Foschi b. Valli-Carboni 9-5; doppio misto: Picci-Montisci b. Valli-Marano 9-5.
Under 14 | Sing.maschile: Frattolillo-Lemmetti 9-5; sing.femminile: Massai-Francesconi E. 9-7; doppio maschile: Galletti-Bertonelli b. Carboni-Frau 9-6; doppio femminile: Francesconi G.-Francesconi E. b. Picci-Manenti 9-7; doppio misto: Massai-Galletti b. Picci-Pulcrano 9-5.
Under 16 | Sing.maschile: Rosichini-Boscolo 9-6; sing.femminile: Mariotti-Renzi 9-5; doppio maschile: Rosichini-Boscolo b. Gini-Gasparri 9-5; doppio femminile: Francesconi E.-Mariotti b. Cancellieri-Cermaria 9-7; doppio misto: Mariotti-Andreolini b. Renzi-Gini 9-4.
Under 18 | Sing.maschile: Manenti-Nuti 9-3; sing.femminile: Pepi-Spadoni 9-2; doppio maschile: Manenti-Cattani b. Bazzi-Caroli 9-5; doppio femminile: Spadoni-Cancellieri b. Renzi-Grandi 9-4; doppio misto: Cancellieri-Cattani b. Spadoni-Manenti 9-3.
(Visitato 226 volte, 1 visite oggi)

Domenica da capitale italiana del ciclismo per Massarosa

15 medaglie per la Motto a “Ginnastica in festa”