Per un difetto meccanico su un carro cisterna con 15 tonnellate di gpl, giunta dalla Francia nella stazione di Ventimiglia, la circolazione ferroviaria sarà interrotta da stasera alle 20 alle 7 di domani per dar modo ai vigili del fuoco di operare sulla cisterna. “Non c’è fuoriuscita di gas, non ci sono pericoli – fa sapere la Prefettura di Imperia, che coordina l’intervento – Ma essendo stato rilevato un difetto tecnico-meccanico è stato ritenuto opportuno impedire il viaggio. Il gas sarà travasato in un’altra cisterna”. Il caso riporta alla mente la strage di Viareggio, di cui il 29 giugno scorso ricorreva il decennale. In quel caso il cedimento di un carro cisterna che trasportava gpl causò un deragliamento con conseguente esplosione provocando 32 vittime tra i cittadini. Il 20 giugno scorso la sentenza del processo d’appello ha condannato, tra gli altri, l’allora Ad di Ferrovie Mauro Moretti a 7 anni di reclusione.

“I treni italiani, regionali o intercity, si fermeranno e partiranno dalle stazioni di Bordighera o Taggia”, dice Rfi che sta organizzando i servizi sostitutivi su strada per accompagnare i passeggeri a Ventimiglia. Resta il problema i trasfrontalieri che vanno in Francia in treno. Il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino ha chiesto bus navette. “Dialogare con la Francia non è facile, dovrebbe intervenire il console francese, visto che le Ferrovie italiane non possono organizzare bus per l’estero. E’ una situazione assurda. Per il futuro bisogna evitare che questi trasporti pericolosi arrivino in centro città”

(Visitato 1.227 volte, 1 visite oggi)
TAG:
gpl strage treno ventimiglia viareggio

ultimo aggiornamento: 03-07-2019


Niente espulsione per Carola

Operazione “Estate sicura in Versilia”: 40 Carabinieri di rinforzo da Viareggio a Forte dei Marmi