Mungai dai il via alla Corsa Ciclistica, bagarre a Massarosa - Politica Massarosa Versiliatoday.it

Mungai dai il via alla Corsa Ciclistica, bagarre a Massarosa

Dopo l’attacco della minoranza che ha dichiarato che Coluccini ha rovinato la buona riuscita dell’evento, non si è fatta attendere la replica del sindaco e della giunta di Massarosa.

Restiamo allucinati dalle dichiarazione del PD e della Sinistra di Massarosa che dicono che il Sindaco ha rovinato la Festa per i campionati di Ciclismo. Un detto delle nostre parti dice: Chi fu senza vergogna, conquistò il mondo esordisce Coluccini.

Non crediamo – sostiene Alberto Coluccini, Franco Simonini e tutta la Giunta – che l’evento si sarebbe potuto fare senza il nostro lavoro.

Come amministrazione abbiamo operato in emergenza in quanto, la passata Amministrazione a parte una dichiarazione di intenti e una promessa di finanziamento da parte di un capo di gabinetto della Regione (senza valore contabile) non aveva prodotto nessun atto operativo che permettesse di realizzare l’evento anche se a forza di raccontarlo, Rosi, Barsotti e Natali si sono auto convinti del contrario.

I soldi in bilancio per fare i lavori non c’erano (lo dimostra il fatto che li avete chiesti in Regione). Abbiamo dovuto sottrarre risorse da altri interventi necessari per poter asfaltare via delle Sezioni – lavoro atteso da molto tempo, ma non previsto in questo periodo – facendo aspettare i cittadini di altre frazioni ed evitare al nostro comune di fare una brutta figura ripresa dalla TV nazionale.

Ci siamo trovati a dover modificare il percorso, perché quelli che dicono che era tutto fatto, non avevano concordato con Viareggio ne le date, ne la chiusura delle loro strade.
Il comune di Viareggio ha dovuto negare il passaggio e abbiamo lavorato per trovare percorsi alternativi.

Non era stato chiesto il Nulla Osta all’Anas, atto necessario per poter fare la corsa che va richiesto con abbondante preavviso per poter dar modo a quell’Ente di rilasciare il parere.
Solo con l’intervento diretto del Sindaco il parere è stato dato.

Lo sfalcio dell’Erba sui cigli del percorso non era previsto. Abbiamo agito d’urgenza con l’ufficio tecnico per poterlo garantire.

La segnaletica orizzontale non era presente ed è stata fatta in emergenza

“Non credo ci fossero altri atti da fare oltre a quelli da noi prodotti”, continua Franco Simonini, assessore ai Lavori pubblici e allo sport! 

Quelli bravi della passata amministrazione non sono stati in grado nemmeno di predisporre l’esenzione dal suolo pubblico, però dicono che noi abbiamo trovato tutto pronto.

“Ci siamo fatti in quattro, Domenica non eravamo al mare, ma sul percorso a garantire lo svolgimento della corsa perché ci hanno lasciati anche senza personale e il Sindaco si è preso responsabilità dirette come capo della Protezione Civile affinché l’evento fosse fatto”.

La vostra corsa – continuano gli esponenti della giunta di Massarosa – se ancora non lo avete capito l’avete persa il 26 maggio quando i cittadini hanno bocciato il vostro modo di amministrare, ma attraverso l’ex consigliere delegato Raffaello Giannini trasformato in addetto stampa della società organizzatrice, avete voluto continuare a far finta che nulla fosse cambiato, facendo dare il via alla corsa all’ex Sindaco Mungai senza avvisare l’Amministrazione e Simonini per dare un ruolo da protagonisti a coloro che c’erano prima facendo incorrere gli organizzatori e volontari in buona fede in un brutto scivolone.
Tutto pianificato perché la passerella non fosse concessa all’Amministrazione Comunale ivi compreso un servizio navetta dedicato per i vecchi amministratori per il trasporto dalla partenza all’arrivo, con una grave mancanza di rispetto istituzionale verso l’Amministrazione Comunale coorganizzatrice dell’evento.

Mungai, Rosi, Giani, Baccelli corsa corsanico

“Speriamo che almeno i rappresentanti PD alla Regione dopo essersi fatti belli nelle foto di rito al posto dell’Amministrazione Comunale, facciano arrivare quei fantomatici 80.000 euro – al momento millantati –  così che li possiamo rimettere dove erano destinati originariamente”, conclude Alberto Coluccini.


Non capiamo, continua la Giunta Coluccini, questi attacchi e questa loquacità strumentale da parte di una sinistra che ha deluso sotto ogni aspetto i cittadini.
Speriamo che la vostra voglia di spiegarci continuerà quando in Consiglio Comunale, vi chiederemo conto dei vostri disastri economici e della vostra incapacità che hanno portato Massarosa nel baratro.

La sinistra ci accusa di aver rovinato un Evento, noi siamo certi che hanno rovinato un Comune.

(Visitato 784 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 03-07-2019 19:48