Volare con l’aquila meccanica all’interno dei paesaggi che fanno da sfondo alle opere più significative del genio toscano: i fiumi, le vallate le città nascoste della Vergine delle rocce, la Gioconda e L’Annunciazione saranno al centro di un’esperienza di realtà virtuale.

Protagonista il pubblico che scoprirà un Leonardo inedito.

E poi la natura, i fiori, lo scienziato: i poliedri, l’Uomo Vitruviano.

 

Piazza Mazzini diventerà per un mese il fulcro delle celebrazioni per I 500 anni dalla scomparsa di Leonardo Da Vinci, l’irripetibile occasione per vivere dall’interno il genio dell’Uomo che più di chiunque altro ha gettato le basi della contemporaneità, ponendosi al centro del Rinascimento.

 

Leonardo, la cui inaugurazione è prevista a giorni, è organizzato dal Comune di Viareggio, con l’utilizzo parziale dei contributi che annualmente la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca assegna al sostegno delle attività della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAMC) e in collaborazione con Kifitalia.it progetto cui aderiscono Cantiere Idea srl e Idea Faktory srl, realtà imprenditoriali che hanno come obiettivo la produzione di tecnologie e allestimenti volti alla valorizzazione di beni culturali e alla organizzazione di grandi eventi.

 

Centrale la fontana della piazza sulla quale verrà proiettato l’emblema dell’interpretazione matematica dell’universo che lo pone al centro dei 4 elementi: l’Uomo Vitruviano.

E poi la facciata del Palazzo delle Muse sulla quale saranno proiettati elementi floreali altamente simbolici ripresi da Leonardo in alcune delle sue principali opere.

 

Protagonista assoluta sul Belvedere delle Maschere, al lato diametralmente opposto, l’installazione di una sfera geodetica del diametro di 14 metri alta 7, la cui cupola sarà proiettata all’esterno ed all’interno con una serie di negativi dei disegni e delle opere del Genio toscano.

All’interno della cupola saranno allestite 4 postazioni per i viaggi di realtà virtuale che porteranno ciascun utente ad immergersi nei paesaggi di tre opere: la Vergine delle Rocce (conservata al Louvre), l’Annunciazione e la Gioconda mediante una simulazione di volo con l’Aquila meccanica ideata dall’artista. Le tecnologie utilizzate di ultima generazione consentiranno il coinvolgimento dei 5 sensi da parte dell’utente per avere una simulazione completa del volo con effetti di vento e di profumi, tra gli altri. La IV dimensione produrrà un effetto immersivo totale.

 

I motivi floreali, paesaggistici ed urbanistici dei tre dipinti porteranno il pubblico a vivere un’esperienza multisensoriale unica.

 

«Piazza Mazzini è la location perfetta per riunire gli elementi che caratterizzano l’installazione – commenta l’assessore alla Cultura Sandra Mei -: la fontana, i giardini e gli edifici storici come il Palazzo delle Muse. E’ il museo che si apre al mare, che dialoga con l’esterno, diventando protagonista del paesaggio».

«Uno spettacolo immersivo inedito che giocherà con le luci e con le forme grazie alla tecnologia di cui si avvale, per un risultato che non mancherà di affascinare i visitatori».

 

La sfera geodetica è una tensostruttura in acciaio con rivestimento in doppio telo bianco dal diametro di 14 metri per 7 metri di altezza massima; il telo oscurante consentirà la realizzazione di proiezioni interne alla cupola possibili anche durante le ore del giorno; all’interno della struttura verranno installati appositi proiettori per illuminare l’interno della cupola con immagini dei paesaggi tratti dai dipinti di Leonardo protagonisti del viaggio di realtà virtuale; entro la sfera verranno posizionate 4 postazioni con apposite visori oculus 4d per l’esperienza di simulazione di volo con Aquila meccanica all’interno dei tre dipinti; saranno presente personale dedicato per introdurre gli utenti al viaggio; agganciati all’illuminazione pubblica verranno posizionati proiettori con gobos ad effetto dinamico che nelle ore notturne illumineranno l’esterno della sfera geodetica con immagini tratte dalle opere e dai disegni di Leonardo riprodotti in alta definizione.

Il quadrilatero dei Giardini di piazza Mazzini in Viareggio verrà arricchito concentrando l’attenzione e l’illuminazione sulla fontana che sarà superficie di proiezione dei poliedri componenti l’Uomo Vitruviano; una torretta layer verrà costruita per posizionare un videoproiettore laser rgb che retroproietterà la fontana posta al centro della piazza.

 

Sulla medesima torretta layer verrà posizionato un videoproiettore puntato sulla facciata del Palazzo delle Muse in modo da consentire la proiezione di elementi floreali parte integrante delle opere e dei paesaggi interessati dal viaggio di realtà virtuale.

 

«Siamo veramente soddisfatti di presentare alla città questa installazione – conclude Mei -: ringrazio tutti quanti si sono impegnati per la realizzazione del progetto, in primis la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, e invito cittadini e turisti a fare una passeggiata in piazza Mazzini. Giorno dopo giorno cambierà aspetto per arricchirsi di nuovi elementi: bellezza nella bellezza a Viareggio. Dal cuore della Galleria d’Arte Moderna fino in riva al mare».

(Visitato 511 volte, 1 visite oggi)

Maltempo, gli interventi del Comune di Viareggio

Terza tappa del Canta Estate, vince Claudio Orlandi