Balneazione, anche Pietrasanta chiede nuove analisi - Comune Pietrasanta Versiliatoday.it

Balneazione, anche Pietrasanta chiede nuove analisi

“Abbiamo già chiesto le controanalisi ad Arpat. Si tratta, secondo noi, di un divieto dovuto ad un inquinamento di breve durata causato dal maltempo. Stiamo intrecciando i risultati delle analisi che ogni settimana facciamo in maniera indipendente ed autonoma sui fossi e canali per capire la provenienza della carica batterica. Qualcuno dovrà rispondere di questi divieti e dei danni che il turismo è costretto a subire direttamente ed indirettamente”: è il commento di Alberto Stefano Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta alla comunicazione preventiva da parte di Arpat dopo i risultati sfavorevoli delle analisi delle acque effettuate lunedì sul fosso di Fiumetto. “La responsabilità di questa emergenza è nelle mani della Regione Toscana che ha le competenze in materia di balneabilità e acque. Il mare è la più importante motivazione turistica che abbiamo e la stiamo distruggendo. Non ci sono soluzioni nell’immediato, l’unica, il peracetico, non viene utilizzato. Tutti conosciamo le cause della presenza dei batteri fecali senza però avere il coraggio di intervenire: i depuratori vanno potenziati così come gli allacci. Questo c’è da fare ma non possono farlo i comuni. Dal 2015 ad oggi stati realizzati nel nostro comune 3,2 km in più di rete fognaria. Tanti ma non sufficienti. Gaia Spa ha programmato, entro il 2023, altri 12,4km di rete fognaria nel nostro comune per completare il sistema di allaccio: sono i tempi troppo lunghi per un comune che vive di turismo e mare. La Regione Toscana deve tirare fuori i soldi, tanti, se vuole risolvere questo problema che non riguarda solo noi ma tutto il sistema dei comuni costieri: da Carrara a Viareggio. Oggi con tutti i divieti che ci sono il problema non è più solo di Marina di Pietrasanta ma dell’intera Costa Tirrenica. È inutile poi fare gli ambiti turistici se non siamo in grado di avere acque senza divieti di balneazione. Il sistema è in tilt”.

(Visitato 190 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 10-07-2019 15:45