Secondo appuntamento per Giallo D’A-mare, la rassegna dedicata alla letteratura noir e thriller  che da diverse estati richiama appassionati da tutta la Toscana per seguire l’evento a pochi metri dal mare.

Sul grande palco allestito in piazza Umberto a Lido di Camaiore (LU) ospite di Giallo d’Amare sarà Pier Giorgio Pulixi, gradito ritorno per la rassegna curata dal giornalista Giuseppe Previti.

Pulixi presenterà il suo ultimo romanzo, “L’isola della Anime”, edito da Rizzoli. Sul palco assieme a Giuseppe Previti si alterneranno anche il conduttore Andrea Montaresi e l’attrice Sandra Tedeschi che leggerà alcuni brani del libro. L’appuntamento è per venerdì 12 luglio in piazza principe Umberto a Lido di Camaiore con inizio alle ore 21.30, ad ingresso gratuito.

Giallo d’Amare è organizzato dall’associazione albergatori, balneari e commercianti di Lido di Camaiore (ABC) con il Patrocinio del Comune di Camaiore e il contributo di diversi sponsor: Fondazione Banca del Monte di Lucca, SunCar concessionario, Etruria Luce e Gas, s.a. Monselesan gruppo assicurativo, Nicola Biagi e Coop Città di Lucca.

Prossimo appuntamento con Giallo d’A-mare sarà venerdì 19 luglio con Valerio Aiolli.

– “L’isola della Anime” – la trama

Un serial killer è tornato a colpire. Una formidabile coppia di sbirre deve fermarlo in una Sardegna avvolta dal mistero di antichi rituali. «A furia di scavare avevamo risvegliato sas animas malas, gli spiriti malvagi, e il buio ci aveva investiti tutti, uno dopo l’altro. Come una maledizione.»

Li chiamano cold case. Sono le inchieste senza soluzione, il veleno che corrompe il cuore e offusca la mente dei migliori detective. Quando vengono confinate alla sezione Delitti insoluti della questura di Cagliari, le ispettrici Mara Rais ed Eva Croce ancora non lo sanno quanto può essere crudele un’ossessione. In compenso hanno imparato quant’è dura la vita. Mara non dimentica l’ingiustizia subita, che le è costata il trasferimento punitivo. Eva vuole solo dimenticare la tragedia che l’ha spinta a lasciare Milano e a imbarcarsi per la Sardegna. Separate dal muro della reciproca diffidenza, le sbirre formano una miscela esplosiva, in cui l’irruenza e il ruvido istinto di Rais cozzano con l’acume e il dolente riserbo di Croce. Iniziano a indagare sui misteriosi omicidi di giovani donne, commessi parecchi anni prima in alcuni antichi siti nuragici dell’isola. Ma la pista fredda diventa all’improvviso rovente.

(Visitato 86 volte, 4 visite oggi)