Foto di Letizia Tassinari

“La Provincia di Lucca resta senza pattuglie in viabilità ordinaria nonostante sia interessata da grandi eventi per sopperire alle “presunte” carenze di organico della Sezione di Pisa e Livorno nel garantire un servizio continuativo alla Fi PI Li”.

La  Segreteria Provinciale FSP Polizia di Stato di Lucca intende inoltrare una formale richiesta di chiarimenti urgenti sulla questione:

“Il Compartimento Polizia Stradale di Firenze su direttiva del servizio Polizia Stradale Centrale con sede a Roma, organizza i servizi d’istituto delle varie sezioni presenti in tutte le province della Regione.

Ci sono servizi obbligatori, quali la copertura delle autostrade svolti dalle Sottosezioni, come Viareggio, Montecatini, Pontremoli, dovute a una convenzione tra AISCAT e Ministero dell’interno.

Oltre a questo obbligo, il Compartimento organizza I servizi per coprire le strade di grande comunicazione, h24. Nel caso della Toscana, sono la SS1 Aurelia vigilata dalla Sezione di Livorno con i suoi reparti minori e Grosseto, l’Autopalio che è vigilata dalla Polstrada di Siena e di Firenze, e per ultima c’è la famigerata FIPILI o SGC di competenza ESCLUSIVA della Polizia Stradale che è vigilata dalla Sezione di Firenze e dalla Sezione di Livorno e di Pisa divisi in 5 turni. Uno di questi cinque turni viene coperto dalla Sezione Polizia Stradale di Lucca.

Le  Sottosezioni Autostradali nascono per coprire determinati tratti di strada in convenzione e sono posizionate in posizioni strategiche e ogni pattuglia va a coprire un tratto di autostrada di circa 40 km.

Il problema delle extraurbane si è posto con il grande aumento di traffico avvenuto con il passare degli anni, il Ministero dell’interno anzichè aprire delle nuove sottosezioni ha pensato bene di sopperire al problema con le Sezioni Polstrada già presenti sul territorio, competenti per provincia distogliendole così dalla vigilanza stradale sui tratti cittadini e dalla possibilità di svolgere servizi specifici quali il contrasto alla guida sotto l’influenza dell’alcool e il controlli dei  mezzi pesanti.

La grande anomalia è che  la SGC non passa nemmeno per un metro dalla provincia di Lucca, anzi le pattuglie per raggiungere il primo punto di itinerario devono percorrere 40 km lasciando così scoperto il tratto per circa un’ora,(traffico permettendo), causando grave disagio agli utenti della strada.

Nel momento attuale non avere una macchina della Polstrada che presidi la costa con il costante aumento dei turisti e quindi della movida è assurdo, in più nel periodo estivo si aggiunge il “SUMMER festival di Lucca e gli innumerevoli “Grandi eventi” della Versilia (Beach tour di Jovanotti).

L’ultimo episodio in ordine di tempo è accaduto il 07/07/19, la pattuglia della sezione di Lucca è stata impiegata in SGC e una pattuglia della Sezione di Massa è stata distolta dal servizio di vigilanza stradale per effettuare un servizio di scorta a Elton John dall’areoporto di Pisa fino a piazza Napoleone a Lucca.

Intanto in Versilia nella notte tra il 6 e il 7 luglio in un servizio svolto in darsena  sono state controllate 104 persone di cui 19 sono risultate positive all’Alcol Test mentre 4 sorpresi alla guida avendo fatto uso di sostanze  stupefacenti. Con questo si vuole sottolineare l’enorme mole di lavoro che è presente nella provincia di Lucca e la sempre maggiore carenza di personale operativo che possa fare controlli al fine di preservare un minimo di controllo per ciò che concerne la sicurezza stradale in viabilità ordinaria. Non si è mensionato l’ulteriore nodo nevralgico riferito all’infortunistica stradale  in viabilità ordinaria dove si rende necessario e direi indispensabile l’intervento della Polizia stradale visto l’alto livello di specializzazione ormai raggiunto. I  vari dirigenti e/o Comandanti sono tenuti ad intervenire nel risolvere detti gravi sinistri facendo I salti mortali invitando dove possibile a sopperire la carenza di personale istituendo doppi turni per garantire la copertura con pattuglie che altrimenti non potrebbero esistere sulla carta. Purtroppo ogni giorno sono agli onori della cronaca in provincia di Lucca incidenti gravissimi in viabilità ordinaria.  Occorre un intervento politico al fine di ridistribuire in modo più oculato le risorse tenendo conto delle reali necessità delle singole province.

Comprendiamo di dover dare un adeguata copertura in termini di pattugliamento stradale della S. G. C. (Fi-Pi-Li) ma non riteniamo opportuno che questo carico di lavoro debba gravare sulle spalle della sezione di polizia stradale di Lucca in considerazione del fatto che sono già preposte all’uopo le sezioni di Pisa Livorno Empoli e Firenze

A nostro modesto avviso occorre gestire il personale di ogni reparto senza creare disagi agli altri reparti limitrofi. Siamo consapevoli che il  periodo in questione sia “delicato” a causa dello scarso personale impiegabile nei servizi istituzionali, poiché in parte  dirottato dal Ministero per la frequenza ai corsi per le nomine nei ruoli di Vice Sovrintendenti e Vice Ispettori.

È da sottolineare che Sezioni virtuose come quella di Lucca sono esempi di efficienza e professionalità che tanto fanno bene alla nostra Amministrazione, dove con il valore umano, l’entusiasmo e la voglia di fare si ottengono risultati sempre in linea con gli alti standard di professionalità che appartengono alla Polizia di Stato, però riteniamo che a tutto c’è un limite”.

 

(Visitato 249 volte, 2 visite oggi)