Il 3 dicembre 2024 saranno trascorsi cinquant’anni dalla morte di Adolfo Saporetti (1907-1974). Camaiore, la città in cui Saporetti ha vissuto gli ultimi anni di vita, ricorda questo suo pittore che tra Milano e il borgo di Casoli aveva dipinto centinia di quadri. Un’attenta selezione di questi saranno esposti in una mostra allestita alla Galleria Europa di Lido di Camaiore, a cura dell’Archivio Saporetti e organizzata in collaborazione con il Consorzio di Promozione Turistica della Versilia. 

È una mostra che vuole soffermarsi al periodo di produzione di Adolfo Saporetti dal 1962 al 1974, anni in cui godeva la curatela dell’amico Vittorio Grotti. Grotti capì subito il grande valore artistico dell’amico e lo coinvolse in mostre e progetti non solo legati alla Versilia ma principalmente in giro per musei e gallerie di tutta Italia. Ciò non deve far pensare che l’esposizione che si terrà alla Galleria Europa non testimoni ogni aspetto dell’arte di Saporetti. Questo perché ogni fase della sua arte, a partire dal periodo Parigino (il 1935 è l’anno delle prime opere note) fino al 1960, quando dipinse i suoi ultimi lavori americani, è infatti documentata da una coerenza e libertà da correnti artistiche che lo hanno sempre contraddistinto. 

La mostra inaugurerà martedì 18 giugno 2024 alle ore 18:00 per poi proseguire fino a domenica 24 giugno con orario dalle 17:00 alle 24:00. Saranno esposte circa 40 opere: molte di queste provengono direttamente dal grande patrimonio dell’Archivio Anne & Adolfo Saporetti, fortemente voluto e mantenuto attivo dalla nipote Rea Coskinas Saporetti con un gruppo di collaboratori che portano avanti il lavoro di valorizzazione dal 2020. Altre opere dell’artista invece verrano richieste in prestito da collezioni private (testimonianza del legame tra l’artista i suoi collezionisti) per dare al visitatore una completezza del lavoro degli ultimi 12 anni di carriera. 

La mostra è curata dall’Archivio Saporetti e organizzata in collaborazione del Consorzio di Promozione turistica della Versilia e gode del patrocinio del Comune di Camaiore, per informazioni tel. 328 5845 665.

(Visitato 70 volte, 1 visite oggi)

A Strettoia la cerimonia per la Festa della Liberazione

La depressione, conosciamola meglio