Il Pd: “Sui rifiuti basta litigi”

“Sui rifiuti basta litigi, basta ricorsi, basta polemiche. La politica torni in campo con progetti importanti a salvaguardia dei posti di lavoro, dell’ambiente e delle tasche di cittadini e imprese”.

Lo scrive in una nota il Pd di Viareggio:

“Il totale deterioramento dei rapporti tra il Comune di Viareggio e il Comune di Camaiore sul tema dei rifiuti sta generando una situazione che rischia di compromettere ulteriormente le politiche versiliesi che da anni stentano su temi importanti, come abbiamo visto negli ultimi giorni su un tema importante come la balneazione.

L’interesse di famiglie e imprese è avere un servizio di raccolta e si smaltimento rifiuti efficiente con una tariffa migliore. A questo deve servire l’operazione Reti Ambiente: arrivare, con la società pubblica di ambito, ad avere più efficienza e una riduzione dei costi attraverso economie di scala.

La scelta positiva di avere Reti Ambiente come società interamente pubblica e dunque non partecipata da privati, come previsto fino a qualche mese fa, impone a Viareggio e a tutto il sistema di ambito una riflessione rispetto alla presenza in Sea Risorse di soci privati.

Come sappiamo, Sea Risorse dovrebbe essere in salvaguardia fino al 2050 cioè potrà mantenere rapporti contrattuali con SEA Ambiente fino alla scadenza. Ma a questo punto per Viareggio che senso ha rimanere in questa posizione?

A nostro parere, al Comune di Viareggio converrebbe cedere le proprie quote in Sea Risorse a Reti Ambiente in modo da consentire alla stessa Reti Ambiente di liquidare il socio privato. Questo consentirebbe una fusione delle società Sea ed Ersu portando ad avere un’unica società versiliese, con conseguenti effetti positivi sul personale e una società più forte: la seconda dell’ambito.

Del resto, ci chiediamo se è stato redatto un piano finanziario da Sea per la mancanza di Camaiore e cosa significa una simile perdita in termini economici e di impatto sulla tariffa per i cittadini di Viareggio, oltre ad essere presente un serio problema per i dipendenti che, in caso di mancato raggiungimento di un accordo tra Ersu e Sea, potrebbero anche rischiare il licenziamento.

Quindi basta litigi, basta ricorsi, basta polemiche! La politica torni in campo con progetti importanti a salvaguardia dei posti di lavoro, dell’ambiente e delle tasche di cittadini e imprese”.

 

Aggiornato il: 16-07-2019 12:29