Impianti sportivi, ecco il bando della Fondazione CaRiLu - Sport Versiliatoday.it

Impianti sportivi, ecco il bando della Fondazione CaRiLu

Era stato annunciato, era molto atteso e alla fine è stato attivato. È aperto da oggi (17 luglio) il Bando per “Interventi su Impianti sportivi” della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ideato per contribuire alla messa a norma e all’efficientamento delle strutture sportive, nonché, più in generale, per favorire e promuovere l’accesso e lo svolgimento della pratica sportiva nel territorio della provincia di Lucca in ambienti sicuri, moderni e rinnovati.

I destinatari

Il bando è dedicato agli enti pubblici e privati senza scopo di lucro proprietari di impianti nel territorio della provincia di Lucca o gestori degli stessi impianti in virtù di contratti di lungo periodo. In questo secondo caso per partecipare al bando sarà necessario un accordo tra gestore e soggetto proprietario. Non verranno finanziati, per ovvie ragioni, progetti legati ad impianti destinati allo sport professionistico, né interventi riguardanti strutture afferenti a plessi scolastici, già ricomprese nei precedenti bandi riservati all’edilizia scolastica.

Si tratta di un’iniziativa che nasce da lontano. Proprio per individuare i destinatari e sondare le esigenze del territorio, durante lo scorso autunno la Fondazione ha infatti richiesto a tutti i soggetti potenzialmente coinvolti di presentare una manifestazione d’interesse, grazie alla quale è stato possibile verificare la reale situazione delle strutture sportive della provincia e proporre un bando in grado di intervenire con la massima efficacia.

Nell’ambito di questo sondaggio preliminare sono stati presentati quasi 100 progetti, per un valore complessivo di oltre 30 milioni di euro, a testimoniare un’esigenza reale e avvertita.

 

Le risorse

Il budget complessivo messo a disposizione dalla Fondazione è di 4 milioni di euro in tre anni, ripartiti in 1 milione per il 2019, 1 milione per il 2020 e 2 milioni per il 2021. Ciascuna richiesta di contributo non potrà superare il 70% del costo complessivo dell’intervento, con un limite massimo di 300 mila euro. Esistono poi altre fonti di finanziamento che potrebbero affiancarsi alle risorse della Fondazione, come i contributi previsti dal Piano Regionale per lo Sport della Regione Toscana, gli incentivi messi a disposizione dal Gestore dei Servizi per l’Energia (GSE) per interventi di efficientamento energetico e le linee di finanziamento attivabili presso l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), con cui la Fondazione CRL ha stipulato un apposito protocollo d’intesa in base al quale nel prossimo triennio enti pubblici e associazioni sportive potranno usufruire di mutui a tasso ‘super-agevolato’ o addirittura a tasso zero.

Gli interventi

Tante le tipologie di intervento sostenute dal bando che, escludendo le edificazioni ex novo, privilegerà in particolare la messa a norma di impianti esistenti, l’abbattimento di barriere architettoniche e il miglioramento dell’efficienza energetica e dell’uso delle risorse. Si tratta di riconsegnare alla comunità strutture in grado di favorire l’accesso all’attività sportiva da parte delle fasce più deboli delle comunità, la cui fruizione interessi il territorio di più comuni proponendole come luoghi di aggregazione.

Lo sportello informativo

La Fondazione, in collaborazione con SINLOC Sistema Iniziative Locali S.p.A., durante il periodo di apertura del bando “Impianti Sportivi”, attiverà uno specifico sportello di informazione e assistenza rivolto ai partecipanti al fine di supportarli nella strutturazione finanziaria dei progetti.

Un servizio gratuito su prenotazione. Lo sportello sarà attivo presso la sede della Fondazione nei giorni che verranno concordati in relazione al numero di richieste pervenute.

Per effettuare le prenotazioni, nonché per ogni eventuale richiesta di chiarimento, è possibile scrivere a [email protected] oppure telefonare allo 049 8456 911 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, con l’eccezione dei giorni dal 12 al 23 agosto.

Le scadenze

Il bando sarà aperto fino al 30 settembre 2019: è possibile partecipare facendo richiesta mediante la procedura online di presentazione delle domande disponibile sul sito www.fondazionecarilucca.it.

Le richieste cartacee, precedentemente inserite e confermate on-line, dovranno essere inviate in un secondo momento, esclusivamente per posta, entro la data del 11/10/2019.

 

(Visitato 204 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 17-07-2019 12:04