I giovani del servizio civile al Centro Trasfusionale del “Versilia”

Continua la formazione e soprattutto l’esperienza dei 12 giovani selezionati dall’Azienda USL Toscana nord ovest per svolgere i progetti di servizio civile nazionale all’interno dell’ospedale e nei presidi territoriali della Versilia.

Nei giorni del 9 e 16 luglio 2019 i  giovani sono stati accolti dal dottor Salvatore Avena del Centro Trasfusionale dell’ospedale Versilia per un incontro finalizzato alla sensibilizzazione alla donazione del sangue e del plasma.

I volontari, arrivati nello scorso mese di aprile, saranno per un anno intero veri e propri attori del sistema sanitario, con occupazioni prevalenti nell’ambito dell’accoglienza e dell’accompagnamento all’utenza, soprattutto per le categorie fragili come anziani o disabili, facilitando la fruizione dei percorsi. Prima di essere inseriti hanno effettuato un percorso con 42 ore di formazione generale e 72 ore di formazione specifica relativa alle modalità organizzative e operative della struttura alla quale sono stati assegnati. Come previsto dalle linee guida nazionali, avranno anche una formazione mirata in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro e privacy.

Si ricorda che il servizio civile nazionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’ utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Ha una durata complessiva di 12 mesi durante la quale i giovani sono retribuiti con un assegno mensile pari a 433,80 euro.

I progetti presentati dall’Azienda USL Toscana nord ovest prevedono un impegno di 30 ore settimanali da effettuarsi nell’arco di cinque giorni con obbligo da parte del volontario di partecipare alla formazione generale e specifica.

Nel dettaglio i progetti, le sedi e i nominativi dei volontari impegnati in Versilia.

 

Progetto “Percorsi in ospedale…con te è più facile” (5 volontari)

Ospedale Versilia: Rossella Ricci, Naomi Carlotta Alongi, Alessandra Neri, Francesco Tealdi, Simone Pardini.

 

Progetto “Asl facile: un aiuto in più…” (4 volontari)

Casa della Salute Tabarracci: Olga Bottari, Camilla Di Emanuele;

Ospedale Versilia: Edoardo Filini, Roberto Esposito.

 

Progetto “Chi ben comincia” (2 volontari)

Casa della Salute Tabarracci: Elia Brocchini, Giovanna Maria Giacalone

 

Progetto: “Costruiamo un ponte” (1 volontario)

Casa della Salute Tabarracci: Alessandra Chicca.

Aggiornato il: 27-07-2019 11:12