Una bellissima serata di calcio e di solidarietà quella andata in scena ieri sera, lunedì 29 luglio, agli impianti sportivi Ctl di Lido di Camaiore nella finalissima della decima edizione del Torneo Uniti contro la Sla. Davanti a un gremitissimo pubblico, al termine di un incontro che non ha tradito le aspettative, i ragazzi del Los Pollos Hermanos del trio in panchina Dario Scartabelli, Marco Iacomini e Andrea Lemmetti hanno sconfitto con il risultato di 7 a 4 il Box86/La Casina di Mister Sandro Lazzerini al termine di una gara equilibratissima e ben giocata da entrambe le squadre. Los Pollos Hermanos che va subito avanti di 3 goal con le reti di Stefano Bianchi, un autogoal e Simone Pacini. Si rifa subito sotto il Box86/La Casina con uno scatenato Francesco Faccioli che realizza una doppietta portando il risultato sul 3 a 2. Marco Pacini per Los Pollos porta il punteggio sul 4 a 2. Ancora Francesco Faccioli segna una tripletta riportando il risultato sul 4 a 3. Di nuovo a segno i campioni in carica con Simone Pacini che sigla il 5 a 3. Ma il Box86/La Casina, con un indomabile Francesco Faccioli, il migliore in campo, segna un poker e riporta di nuovo in partita la propria squadra sul 5 a 4. Nel finale, con il Box86/La Casina alla ricerca del pareggio, chiudono la contesa Matteo Mallegni e Stefano Bianchi. Nella finalina per il terzo – quarto posto fra il LucaGi ha sconfitto per 8 a 3 la Termoidraulica Rosi. Le reti dei pietrasantini sono state realizzate da Bilal Serrouk, poker per lui, Alessando Neri, doppietta, e singoli di Davide Fusco e Gianluca Tedeschi. Per i camaioresi doppietta di Andrea Bertacchi e rete di Michele Rosi. Prima dell’inizio delle due partite è stato fatto osservare un minuto di silenzio in memoria del vice-brigadiere Mario Cerciello Rega, anche lui volontario nell’assistenza ai malati e alle persone bisognose ed emarginate.

Al di là del risultato sportivo che ha visto dunque trionfare i ragazzi del Los Pollos Hermanos che bissano il successo della scorsa edizione, la vittoria più importante è stata realizzata da tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione segnando il goal più importante: 3000 euro raccolti che saranno interamente devoluti all’Aisla Versilia per l’assistenza alle famiglie dei malati di Sla. Ennesimo obbiettivo raggiunto dunque dall’Associazione In gioco per la solidarietà – Onlus che dal 2010 ogni anno a luglio organizza questa manifestazione per raccogliere fondi da destinare alla ricerca e all’assistenza dei malati affetti dalla sclerosi laterale amiotrofica. Ben 36 mila euro sono stati donati nel corso degli anni dall’associazione no-profit lidese. La partecipazione commossa delle famiglie dei malati di Sla a cui è stata dedicata la manifestazione, è stata ben rappresentata dalle parole di Emanuela Luisi, Alberto e Mirta Puccinelli, Cinzia D’Agostino e Giulio Poletti, rispettivamente familiari di Marco Luisi, Pierino Puccinelli, Marco Rosata e Rossella Poletti che, visibilmente emozionati, hanno ricordato i loro cari nell’affrontare la malattia sempre a testa alta, e hanno sottolineato l’importanza della manifestazione di raccolta fondi. Presente anche l’amministrazione comunale di Camaiore con un emozionatissimo Vice-Sindaco Marcello Pierucci che, oltre a ringraziare l’associazione sottolineando il concreto impegno che essa svolge ogni anno nell’assistenza dei malati di Sla, ha utilizzato parole davvero toccanti. “Stasera siamo qua tutti insieme nella tristezza del ricordo – ha affermato Pierucci – ma siamo, al tempo stesso, consapevoli di vivere nella gioia della speranza che un giorno questa terribile malattia sia sconfitta.” 

L’Associazione In gioco per la solidarietà – Onlus, molto soddisfatta per il traguardo benefico raggiunto, nella persona del Presidente Federico Pedonese, al termine delle premiazioni ha ringraziato tutte le realtà che ogni anno sostengono l’iniziativa. “Crediamo fortemente – ha affermato Pedonese – che un domani si possa riuscire a trovare un motivo che giustifichi questa sindrome, che la si possa classificare, limitare e definitivamente sconfiggere. In molti sono convinti che la nostra lotta, e quindi quella di migliaia di persone che ne soffrono e delle loro famiglie, sia tempo perso, una stupida battaglia contro i mulini a vento. Noi – ha concluso Pedonese – siamo qui per dimostrare il contrario, continuando a sognare che un domani quelle che oggi sembrano solamente piccole gocce nell’oceano si trasformino in fiumi di speranza e mari di vita”. L’appuntamento dunque è per luglio 2020 e per la undicesima edizione del torneo Uniti contro la Sla.

(Visitato 261 volte, 1 visite oggi)
TAG:
torneo uniti contro la sla

ultimo aggiornamento: 30-07-2019


Una gamba per i 1.000 km della Francigena

Serie A, la Fiorentina gioca in casa col Napoli