Scuola: martedì 6 agosto incontro con i genitori della “Frediani” per il temporaneo spostamento di due classi da Ripa al Frasso

Scuola: martedì 6 agosto incontro con i genitori della “Frediani” per il temporaneo spostamento di due classi da Ripa al Frasso

Martedì 6 agosto alle ore 18:00 l’Amministrazione comunale incontrerà i genitori dei bambini iscritti alla primaria “Frediani”. L’incontro servirà a discutere lo spostamento di due classi nella scuola del Frasso per il tempo necessario a completare i lavori di installazione dei nuovi moduli prefabbricati a Ripa. Contrariamente alle previsioni, infatti, le opere non potranno essere completate entro l’inizio del nuovo anno scolastico.

«Per alcuni bambini della “Frediani” è un nuovo disagio e lo comprendiamo, ma sarà limitato nel tempo e adatteremo i servizi – trasporto e quant’altro – affinché non ci siano risvolti negativi per l’attività didattica», spiegano il sindaco Riccardo Tarabella e l’assessore alle opere pubbliche Giuliano Bartelletti. «Il nostro percorso resta chiaro e non mutano gli obiettivi, che sono quelli di aumentare gli spazi e i servizi della scuola di Ripa affinché possa accogliere al meglio anche i bambini della “Frediani”, trasferiti lo scorso anno a seguito dell’inagibilità della storica sede di Seravezza. «Quelli che cambiano sono i tempi, seppur di poche settimane. I lavori per l’installazione dei due moduli sono infatti legati al rilascio di un’autorizzazione obbligatoria da parte del Genio Civile che non arriverà prima del 10 settembre. I tecnici comunali spiegheranno tutto nel dettaglio nell’incontro con i genitori fissato per martedì pomeriggio».

Lo slittamento dei lavori per i moduli prefabbricati si deve a una nuova norma, la legge numero 55 del maggio scorso, entrata in vigore dopo l’adozione del cosiddetto decreto “Sblocca Cantieri”. La nuova legge impone che il Genio Civile autorizzi espressamente le opere sugli edifici strategici e rilevanti anche nelle zone a bassa sismicità come il territorio seravezzino. In precedenza il Genio svolgeva solo una funzione di controllo. «Siamo stati a Lucca e ci hanno assicurato che le pratiche saranno evase nei tempi più brevi», spiega il responsabile dell’Ufficio tecnico comunale. «Non appena le carte saranno a posto riapriremo immediatamente il cantiere. Abbiamo già eseguito gli scavi della fondazione, realizzato la porta interna e montato l’infisso per il collegamento tra i moduli e l’edificio. I prefabbricati stessi sono già a buon punto. A Ripa realizzeremo anche un nuovo servizio igienico, resosi necessario alla luce del numero di classi raggiunto dal plesso».

Aggiornato il: 02-08-2019 17:38