Potere al Popolo "Saremo presenti alle prossime elezioni alternativi a Del Ghingaro e alla Lega" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

Potere al Popolo “Saremo presenti alle prossime elezioni alternativi a Del Ghingaro e alla Lega”

Mancano 9 mesi alle prossime elezioni amministrative di Viareggio e si sente già nell’aria uno strano clima.

“Giorgio Del Ghingaro e la sua giunta, invece, di amministrare cercando di risolvere i problemi concreti dei cittadini si dedicano a promesse elettorali, che poi non manterranno, cercando di far dimenticare che hanno svenduto una città. Le altre forze politiche pur divise e senza programmi credibili non stanno a guardare. Forza Italia cerca di tenere i piedi in due staf fe flirtando sia con Del Ghingaro sia con la Lega. La Lega, intanto, non c’è giorno che non riprenda la sua campagna di odio martellante. Baldini arriva persino ad invitare il vescovo a tacere”.

La nota arriva da Potere al Popolo

“La vittoria Leghista alle prossime elezioni sarebbe una sciagura per la nostra città. Se l’amministrazione Del Ghingaro ha miseramente fallito imponendoci un clima di austerità e privatizzando i beni comuni non auguriamo alla città di cadere dalla padella nella brace. Per questo come Potere al Popolo stiamo lavorando per essere presenti alle prossime elezioni offrendo una reale alternativa di sinistra. Abbiamo, anche, già iniziato ad avere alcune interlocuzioni con altri soggetti politici come Repubblica Viareggina, con il quale abbiamo diversi punti di convergenza. Ci auguriamo che si possa anche con altre forze politiche e sociali trovare un’intesa per dare una alternativa reale a questa città. Anoi interessa costruire una sinistra che non tradisce e che non cede a compromessi al ribasso con il PD e i poteri forti veri responsabili della situazione in cui siamo precipitati. Come Potere al Popolo crediamo che bisogna partire dai bisogni delle persone per questo da tempo siamo attivi con lo sportello medico popolare in un quartiere difficile come il Varignano. Tra le nostre priorità crediamo ci sia la difesa del parco stoppando l’asse di penetrazione e provvedendo ad una adeguata ripiantumazione; il tentativo di risolvere l’emergenza abitativa sviluppando un reale piano per la casa e il rilancio dell’economia turistica a partire dalla valorizzazione del territorio”.

(Visitato 306 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 08-08-2019 17:20