"Ciao Gianfranco", il cordoglio di Alessandro Santini per la morte del noto albergatore - Cronaca Versiliatoday.it

“Ciao Gianfranco”, il cordoglio di Alessandro Santini per la morte del noto albergatore

“Ciao Gianfranco”

Il cordoglio di Alessandro Santini per la morte del noto albergatore:

“Se uno pensa a Camaiore ed alla sua terra non può ricordare anche il nome di Gianfranco Giugni.
Se uno pensa al Turismo di Lido di Camaiore non può non fare un’associazione di idee con il nome di Gianfranco Giugni.
Se uno pensa alla Politica bella, quella con la “P” maiuscola, all’arte del mediare, allo stile e alla riservatezza, non si può non fare immediatamente il nome di Gianfranco Giugni.

Stile, eleganza, saggezza e riservatezza sono stati i cardini che hanno sempre impersonato Giugni.
L’uomo che non aveva mezze parole, il suo “sì” era “sì” e il suo “no” era “no”.
Non sapeva tornare indietro sui suoi passi.
Uomo dai valori anti antichi, Uomo di quelli che realmente conoscono il vero significato della parola Patria e che sanno veramente dare valore e rendere onore alla bandiera italiana.
Sì quel Tricolore enorme che ha sempre fatto issare tutto l’anno sul pennone davanti al suo Hotel Caesar. Perché sapeva quanto fosse importante esibirlo e mai vergognarsene.
Gianfranco è stato uomo fine e fedele delle istituzioni, da lui è passata tutta la politica, perché era impossibile non bussare alla sua porta per avere un suo parere, un suo assenso, un suo consiglio.
Uomo dal grande gusto e stile sopraffino, unico vero precursore tra tutti gli albergatori di Lido di Camaiore.
Il suo Hotel Caesar indubbiamente, ancor oggi, unico e sempre il più bello, moderno ed al passo con i tempi, attento alle esigenze delle clientele straniere.
Sede fissa dei campioni internazionali di ciclismo per svernare e allenarsi sulle strade di Camaiore e base delle squadre migliori che passavano da Lido per le tappe del Giro d’Italia o dello stupendo, compianto e soppresso “Gran Premio Città di Camaiore”.
I ciclisti amatoriali tutt’oggi fanno tappa e si ritrovano davanti all’Hotel del Giugni: simbolo anche per lo sport.

Chi piangiamo noi oggi?
Un grande Uomo, un ottimo Italiano dai granitici valori, un Amico di tutti.

La Lega di Viareggio, con un forte abbraccio del Commissario Maria Domenica Pacchini e del Capogruppo Massimiliano Baldini, si stringe attorno alla splendida Famiglia di Gianfranco, ai suoi figli: Franca, Cesare e Riccardo e alla cara Brunella, Presidente del Soroptimist.

Aggiornato il: 25-08-2019 12:05