Viareggio Repaci, i vincitori

Emanuele Trevi per la narrativa, Renato Minore per la poesia, Saverio Ricci per la saggistica, sono i tre vincitori del 90/o Premio letterario ‘Viareggio-Repaci’ proclamati ieri sera al Principino di Viareggio nella serata conclusiva della manifestazione. La giuria, presieduta da Simona Costa, ha deciso i vincitori fra le terzine finaliste. Emanuele Trevi è stato scelto per ‘Sogni e favole’ (ed. Ponte alle Grazie), Renato Minore per ‘O caro pensiero’ (ed. Aragno), Saverio Ricci con ‘Tommaso Campanella’ (ed.
Salerno). Inoltre nella cerimonia, coordinata da Paolo di Paolo, Walter Veltroni ha illustrato i premi speciali andati a Riccardo Muti (premio Viareggio 90), Marco Bellocchio (premio internazionale Viareggio-Versilia), Sabino Cassese (premio del presidente della giuria), Gino Paoli (Città di Viareggio), Eugenio Scalfari (premio giornalistico). Giovanna Cristina Vivinetto ha vinto il premio ‘Viareggio Opera prima’.

VIAREGGIO REPACI: PREMIO DEL PRESIDENTE
L’INTERVISTA DI WALTER VELTRONI A SABINO CASSESE

La democrazia torna ad essere oggetto di discussione?
«La democrazia è sottoposta a delle sfide ma è sempre vissuta di crisi e le crisi sono servite alla democrazia. C’è qualcuno che pensa che la democrazia consista nel fatto che il popolo scelga il governo: in realtà nel nostro modello costituzionale il popolo sceglie il parlamento e il parlamento sceglie il governo».

Calamandrei disse che aveva visto arrivare il fascismo perché la democrazia decideva troppo poco…
«La democrazia ha costruito dentro di sè delle difficoltà: dobbiamo accettarle e accettare una sua naturale lentezza perché dipende dalla tutela dei bisogni collettivi».

Chi volete libero: Gesù o Barabba?
«La domanda pone il problema della giustizia e lo pone sotto un profilo particolare, se la giustizia sia dei giudici o sia quella popolare. Qualche giorno fa a Marina di Pietrasanta qualcuno ha detto “mi vogliono processare per la nave tenuta fuori dal porto”, e ha aggiunto “venite a mio soccorso”, eccitando la volontà popolare contro i giudici: io credo che questo sia un fatto veramente eversivo».

Aggiornato il: 25-08-2019 9:17