Furti degli incassi, beccato un altro responsabile.
Lo scorso giugno, la titolare del bar “Luana”, ubicato in via sarzanese, in Capezzano Pianore, dopo aver chiuso l’attività a fine giornata, subito dopo essere salita a bordo della propria autovettura per rientrare verso casa, veniva avvicinata da uno sconosciuto con volto travisato che, con mossa fulminea, apriva lo sportello lato passeggero e le asportava un borsello contenente l’incasso del bar, oltre 20.000 euro, che teneva appoggiato sul sedile, dandosi poi alla fuga.
In quella circostanza, intervennero i carabinieri che acquisirono le immagini delle telecamere del bar ed effettuarono i rilievi tecnici per cercare di recuperare qualche traccia lasciata dal malvivente
Effettivamente, nel corso delle indagini, i militari dell’Arma riuscivano ad individuare un’impronta lasciata dal ladro sullo sportello dell’autovettura della donna che veniva successivamente inviata al RIS di Roma.
Proprio grazie a questa impronta, al termine delle analisi scientifiche, è stato possibile dare un volto al responsabile.
Si tratta di Tauman Paolo, 19enne, già noto alle forze di polizia.
Nei suoi confronti infatti, il G.I.P. presso il Tribunale di Lucca, condividendo pienamente le risultanze investigative fornite dai carabinieri, ha emesso un’ordinanza della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
(Visitato 2.850 volte, 1 visite oggi)

Versilia e Massa Carrara: al top in Toscana per la riduzione del rischio di morte per infarto

11mila bidoncini coi rifiuti sbagliati, Sea in tilt: “I cittadini hanno usato il calendario Ersu”