Successo del Pucciniano ad Assisi con Suor Angelica

Un pubblico numeroso e visibilmente emozionato ha salutato la magica rappresentazione di Suor Angelica di Giacomo Puccini rappresentata per la prima volta nel Chiostro della Basilica di San Francesco di Assisi
Applausi e standing ovation per gli interpreti Donata D’annunzio Lombardi nel ruolo di Suor Angelica e che ha firmato anche la mise en espace dello spettacolo, Annunziata Vestri nel ruolo della zia principessa e per il maestro Alberto Veronesi sul podio alla guida di Orchestra, Coro e Coro delle voci bianche del Festival Puccini.

Lo spettacolo è stato prodotto nell’ambito della collaborazione tra la Città di Viareggio e il Sacro Convento di Assisi che con la Fondazione Festival Pucciniano e la Cappella Musicale di San Francesco in Assisi hanno voluto questo evento per celebrare un’amicizia istituzionale con l’arte e la musica.
Il Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro “La città di Viareggio esprime riconoscenza e vicinanza ad Assisi, con questo concerto che vuole essere simbolo di unità e pace nel segno dell’arte e della musica.
Puccini, che scelse Viareggio e Torre del Lago come sua casa, rifugio dell’anima in cerca di raccoglimento e silenzio, trova in questo luogo mistico centro della cristianità, lo scenario perfetto quanto inaspettato per un’opera, Suor Angelica, tanto cara al Maestro. Viareggio è legata ad Assisi per storia, qui è sepolto Inigo Campioni eroe viareggino della seconda guerra, e per tradizione: si celebrano in questi giorni i 400 anni della presenza dei frati francescani nella nostra città. Un rapporto che oggi si rinnova e che, sono certo, porterà ad ulteriori future collaborazioni”

Padre Giuseppe Magrino, Maestro di Cappella nella, Basilica di San Francesco in Assisi “Quest’anno sarà la Regione Toscana ad offrire l’olio il giorno 4 ottobre; e prima della festa stessa, grazie alla Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago e all’Amministrazione del Comune di Viareggio, abbiamo avuto la possibilità di godere di uno spettacolo unico: l’esecuzione e messa in scena dell’opera lirica “Suor Angelica” di Giacomo Puccini, opera che ben si addice al contesto sacro e che per la prima volta viene rappresentata in questo magnifico chiostro di Sisto IV”

L’opera l’atto unico, il secondo, del Trittico Pucciniano, Suor Angelica narra il dramma della giovane di famiglia aristocratica, costretta ad abbracciare la vita monastica per scontare un peccato d’amore e non poteva avere una quinta migliore e una ambientazione più appropriata di quella naturale del chiostro rinascimentale eretto dal papa francescano Sisto IV nel 1476 nella Basilica di San Francesco.
Suor Angelica è, tra le tre che compongono il Trittico quella preferita da Puccini e tra le poche opere a contenere solo personaggi femminili.

Applausi interminabili hanno salutato la rappresentazione di questo primo evento per una collaborazione che vedrà anche altre iniziative in futuro.

Aggiornato il: 07-09-2019 8:40