“Non dobbiamo mai derubricare questi gesti a semplici vandalismi. Lo sfregio di ieri oltretutto si è collocato in una giornata in cui abbiamo visto in piazza saluti romani e persone inneggiare al duce. Dobbiamo sentirci tutti offesi da chi ha scelto di profanare un luogo della memoria, simbolo della sofferenza e di vite innocenti spezzate”.

Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano, condanna il gesto di chi ha impresso una svastica sui gradini di accesso al Museo Novecento di Firenze, nei pressi della lapide che ricorda le deportazioni nazifasciste.

(Visitato 111 volte, 1 visite oggi)

Ospedale di Lucca, la denuncia di Marchetti: “Ai malati pane con la muffa”

“Stop all’odio”, oscurati su Facebook e Instragram i profili di Casapound e Forza Nuova